Raiola, che attacco da Neville: “Accordi basati su grandi percentuali”

Raiola è un agente spesso al centro di discussioni: ora è Neville ad criticarlo.

Sicuramente Mino Raiola è uno dei procuratori più chiacchierati del mondo calcistico. Il suo modus operandi non è sempre condivisibile e non sono pochi i tifosi che lo criticando quando dei suoi assistiti lasciano un determinato club.

raiola mino
Mino Raiola (foto Sportmediaset)

Basti pensare ai supporter del Milan, letteralmente inviperiti sia con lui che con Gianluigi Donnarumma per l’addio a parametro zero. Le successive dichiarazioni di Raiola non hanno fatto che aumentare l’astio dei rossoneri nei suoi confronti. Sembra che difficile immaginare affari di mercato futuri tra lui e il club.

Anche i tifosi del Borussia Dortmund sono arrabbiati con l’agente italo-olandese, che ha tra i suoi assistiti Erling Haaland e più volte ha parlato della sua probabile cessione. Avrebbe voluto un trasferimento già nella scorsa sessione estiva del calciomercato, però il club tedesco ha rifiutato qualsiasi offerta.

Tra le squadre interessate al bomber norvegese c’è il Manchester United, che aveva già provato a prenderlo prima del trasferimento in Germania. Hans Joachim Watzke, amministratore delegato dei Borussia Dortmund, ha spiegato che l’offerta migliore era proprio dei Red Devils ma Raiola ha valutato che per il futuro del ragazzo fosse meglio un trasferimento in giallonero.

Gary Neville, ex giocatore del Manchester United, su Twitter ha commentato le dichiarazioni di Watzke e criticato il noto procuratore: «Sappiamo tutti perché. Struttura i suoi accordi con i club che gli daranno una grande percentuale sul prezzo di trasferimento quando il giocatore se ne andrà».