Milan, addio Romagnoli: il sostituto dall’Atalanta!

Secondo quanto riferito da Alessandro Jacobone, i rossoneri hanno avviato i contatti per il difensore della Dea in caso di partenza del rossonero.

Il mercato del Milan comincia a muoversi nuovamente in vista della sessione invernale, ma anche già in ottica prossima stagione. Nelle ultime ore è circolato un nuovo nome per la difesa dei rossoneri.

Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©La Presse)

Il Diavolo deve fare i conti la possibilità di perdere in estate Alessio Romagnoli, il cui contratto scade nel giugno del 2022. Nelle ultime settimane le trattative sembravano essere riprese bene, ma la distanza economica fra domanda e richiesta sembra alta e a fine anno il centrale romano potrebbe anche lasciare i colori rossoneri per provare una nuova esperienza. Ecco quindi che Maldini e Massara si stanno già muovendo per cautelarsi in tempo e assicurarsi un buon sostituto.


Leggi anche:


Milan, contatti per Palomino

Secondo quanto riportato da Alessandro Jacobone di Radio Rossonera sul proprio account Twitter, nella giornata di ieri ci sono stati dei contatti tra il difensore dell’Atalanta, José Palomino, e la dirigenza del Milan. Jacobone spiega che il centrale della Dea è stato infatti proposto come candidato per sostituire Romagnoli, in caso di addio di quest’ultimo. L’attuale capitano dei rossoneri non ha ancora rinnovato il suo contratto, che scade nel prossimo giugno, e i prossimi mesi saranno decisivi in tal senso.

Palomino ha quasi 32 anni e garantisce un usato sicuro per il Diavolo, che già può comunque contare su una coppia solida come quella formata da Simon Kjaer e Fiyako Tomori. Il difensore argentino è in nerazzurro da oltre quattro anni e pertanto conosce molto bene la Serie A. Non gli manca neanche l’esperienza in Champions League, dal momento che vanta anche 26 presenze e una rete nella massima competizione europea, sempre con la maglia dell’Atalanta. Si tratterebbe inoltre di un affare low cost perché anche lui, esattamente come Romagnoli, è in scadenza a giugno e può quindi arrivare a titolo gratuito quest’estate