Fiorentina-Milan, come giocherebbero oggi i viola: diverse defezioni

La formazione della Fiorentina di Vincenzo Italiano se la partita si giocasse questa sera: out parecchi giocatori, ma c’è anche un rientro

Fiorentina-Milan è il prossimo incontro che i rossoneri disputeranno in campionato, al rientro dopo la sosta. Si tratta di una partita assolutamente non facile per la squadra di Stefano Pioli.

Vincenzo Italiano
Vincenzo Italiano (©LaPresse)

Tecnico milanista che quest’oggi ha ricevuto una brutta notizia dal ritiro della Nazionale di Roberto Mancini, vale a dire l’infortunio accorso al terzino Davide Calabria. Sarà difficile vederlo in campo al Franchi. Non è sicuramente felice neppure Italiano che deve fare i conti con diverse problematiche.


Leggi anche:


Fiorentina-Milan, diverse assenze in casa viola

Se Stefano Pioli, per ora, è costretto a rinunciare al solo Calabria (sostituibile o con Kalulu o con Florenzi tornato a disposizione), la situazione sul versante toscano è decisamente diversa. Italiano infatti ha recuperato Nico Gonzalez, risultato negativo all’ultimo test anti Covid, ma dovrà rinunciare a diverse pedine importanti.

Parliamo ovviamente del duo difensivo composto da Martinez Quarta e Milenkovic, entrambi assenti contro il Milan perché squalificati. A questi si aggiunge Nastasic, in dubbio per un problema muscolare. Ad oggi, sicuramente il serbo non sarebbe in condizione di giocare.

Se la partita si fosse giocata questa sera, probabilmente l’allenatore ex Spezia avrebbe mandato in campo questa formazione: Terracciano tra i pali (Dragowski non ancora al meglio), sulle fasce Odriozola e Biraghi. Cominciano i problemi giungendo al centro della retroguardia. Al momento, il solo giocatore sicuro di un posto da titolare è Igor. Ecco allora che Italiano potrebbe schierare al suo fianco un centrocampista, arretrando dunque il suo baricentro.

Tra i mediani a disposizione quello che più potrebbe adattarsi al nuovo ruolo sembra essere Lucas Torreira. In questo caso sarebbe Amrabat a prende la sua posizione in mezzo al campo, con Bonaventura e Castrovilli a dargli manforte. Davanti pochi dubbi: spazio a Callejon, Vlahovic e uno tra Nico Gonzalez e Saponara.