Milan, tre Nazionali qualificati ai Mondiali 2022: Ibra e Kessie in bilico

Dopo l’ottimo inizio di stagione con il Milan, per alcuni calciatori rossoneri arriva anche un importante traguardo raggiunto con le rispettive Nazionali

Quella di novembre è l’ultima pausa stagionale della Serie A per gli impegni della Nazionali. Nella zona europea si disputano le ultime due giornate delle Qualificazioni ai Mondiali di Qatar 2022 che decreteranno le dieci qualificate alla fase finale e le altre che parteciperanno agli spareggi previsti a fine marzo.

Theo Hernandez
Theo Hernandez (©LaPresse)

Situazione in bilico per l’Italia che deve vincere con l’Irlanda del Nord con un discreto margine di gol per mantenere la vetta del girone C con la Svizzera, la quale deve sperare in un passo falso degli azzurri oppure in una vittoria che le permette di superare la migliore differenza reti degli azzurri.

Se Calabria (peraltro infortunato) e Tonali devono ancora attendere il pass per Qatar 2022, altri compagni di squadra al Milan sono già al Mondiale. Simon Kjaer con la sua Danimarca ha conquistato la qualificazione, da imbattuto, con due giornate di anticipo. Sabato 13 novembre, invece, è toccato a Theo Hernandez con la Francia e ad Alexis Saelemaekers con il Belgio.

Dopo il trionfo in Nations League, un’altra soddisfazione per Hernandez che ha fornito due assist a Mbappe e Benzema nell’8-0 con cui la Francia ha dominato il Kazakhstan ottenendo la matematica certezza del primo posto nel girone D con quattro punti di vantaggio sulla Finlandia prossima avversaria dei campioni del Mondo. Tutto come previsto anche per il Belgio. A Bruxelles, 3-1 per De Bruyne e compagni contro l’Estonia e qualificazione aritmetica nel gruppo E. Per Saelemaekers, mezzora in campo dal 62′ al posto di Meunier.


Leggi anche


Ibrahimovic e Kessie, qualificazione ancora incerta

La sconfitta con la Georgia ha complicato e non poco la situazione della Svezia di Ibrahimovic ora costretta a vincere con la Spagna, nello scontro diretto di domenica 14 novembre a Siviglia, per tornare in vetta con le Furie Rosse avanti di un punto. Un pari o una sconfitta condannerebbero gli scandinavi agli spareggi, stessa situazione del 2018 quando si imposero sull’Italia di Ventura, eliminandola dal Mondiale di Russia.

Zlatan Ibrahimovic
Ibrahimovic con la maglia della Svezia (La Presse)

Sfida altrettanto decisiva per la Costa d’Avorio di Kessie ospite del Camerun, martedì 16 novembre. Gli ivoriani hanno due risultati a disposizione (vittoria o pareggio) per conservare il primato del girone con Anguissa e compagni che inseguono a un punto. Il primo posto consentirebbe alla Costa d’Avorio di accedere agli spareggi con le altre prime classificate dei gruppi, i cui vincenti accederanno al Mondiale. L’ultima partecipazione per gli ivoriani risale a Brasile 2014.

Si gioca tutto all’ultima giornata anche la Croazia che deve battere la Russia (a +2 in classifica) per ottenere il pass diretto per Qatar 2022. Ante Rebic non è stato convocato per i match di novembre. Vedremo se in seguito, l’attaccante rossonero riuscirà a riprendere il suo posto nelle scelte del c.t. Dalic.