Chaka Traoré: “Milan il mio sogno. È un orgoglio essere qui”

Bella intervista del neo attaccante della Primavera rossonera, Chaka Traorè. L’ex Parma ha rilasciato importanti dichiarazioni sul suo trasferimento al Milan

Il suo arrivo ad agosto nelle giovanili del Milan ha sorpreso positivamente l’ambiente rossonero. Chaka Traorè era ed è considerato uno dei giovani prospetti più interessanti del panorama nazionale.

Chaka Traoré
Chaka Traoré (acmilan.com)

Messosi in mostra col Parma, club che lo ha fatto esordire in Serie A proprio contro il Milan, ha ricevuto l’attenzione di parecchie big nella sessione estiva del calciomercato. Anche la Juventus e l’Inter lo tenevano d’occhio, ma il Milan, d’astuzia, è riuscito ad aggiudicarselo. 600 mila euro la spesa del club rossonero per il classe 2004 ivoriano.

In questo inizio di stagione, 10 presenze con 2 gol messi a segno contando tutte le competizioni per Chaka. Ci sono grandi aspettative su di lui, con Maldini e Massara che pensano di fargli fare fortuna nella Prima Squadra rossonera un giorno.

Intervistato ai microfoni di Milan Tv, Chaka Traorè ha raccontato le sue sensazioni sull’approdo al Milan e gli obiettivi futuri. Di seguito l’intera intervista:


Leggi anche:


Sull’approdo al Milan: Era uno dei miei sogni più grandi e far parte di questa squadra è un orgoglio per me”.

Sulle prestazioni negative della squadra: “Non stiamo facendo bene, ma sono venuto qui per dare il mio supporto e aiutare ad uscire da questa fase buia. Credo che potrò dimostrare cosa posso fare per la squadra”.

Sull’ambiente rossonero: “Mi aspettavo un altro ambiente rispetto a Parma. E così è stato. Il Milan è un altro completamente un altro mondo, sono contentissimo, è il sogno di ogni ragazzo. Poi stare vicino ai giocatori ti dà motivazione in più e ti fa crescere”.

Sui suoi pregi: “Tecnica e saltare l’uomo. I miei idoli sono Ronaldo e Ronaldinho, ma anche Neymar. Devo migliorare però davanti alla porta, in questo momento non stiamo segnando tanto e questo ci condiziona”.

Sugli obiettivi: “L’obiettivo principale è aiutare la squadra, che deve prendere ciò che merita. Poi si pensa all’obiettivo del singolo, ovvero andare in doppia cifra”.

Sulla prossima contro la Juve: “Sono pronto, e penso lo siano anche tutti i miei compagni, questa è una partita molto attesa. Già da venerdì possiamo mostrare un’altra faccia. Io credo alla vittoria, indipendentemente da come andrà e da come giocheremo, anche per far gioire noi stessi e la dirigenza”.