Infortunio Kjaer, il Milan pesca il sostituto in Premier League

Il Milan sembra pronto ad intervenire sul mercato dopo l’infortunio di Simon Kjaer. L’ultima idea arriverebbe dall’Inghilterra.

Nuovo problema in casa Milan dopo la gara di ieri contro il Genoa. Gli infortuni continuano a falcidiare la rosa di Stefano Pioli e stavolta mettono in difficoltà la difesa rossonera.

kjaer
Simon Kjaer (©LaPresse)

Lo stop di Simon Kjaer, fermatosi già nel primo tempo della gara di Marassi, preoccupa non poco la squadra di Pioli. Il problema è legato al ginocchio sinistro e dunque rischia di essere una degenza piuttosto lunga e difficoltosa.

Per questo motivo la dirigenza del Milan si è subito attivata per cercare di rimpiazzare Kjaer, almeno momentaneamente. Il danese ha bisogno di un sostituto per i prossimi mesi, qualora il suo infortunio si rivelasse serio.


Leggi anche:


Il nuovo stopper può arrivare dall’Everton

Nelle prossime settimane usciranno probabilmente numerosi nomi e profili accostati al Milan per rimpolpare la difesa già a gennaio. L’ultima idea proposta dal quotidiano spagnolo AS porta direttamente in Inghilterra.

I dirigenti rossoneri si sarebbero informati sul conto di Yerry Mina. Un nome già noto alle cronache milaniste, perché cercato tempo addietro quando era un giovane talento in erba esploso con la sua Colombia durante il Mondiale del 2018.

mina
Yerry Mina (©LaPresse)

Mina gioca nell’Everton e anche lui sta rientrando da un infortunio. Ma avrebbe tutte le caratteristiche per sostituire Kjaer: forza fisica, qualità tecnica e ormai un’esperienza internazionale importante, visti i trascorsi tra Liga e Premier League.

Il giocatore non rientrerebbe nei piani di Rafa Benitez nelle fila dell’Everton. Dunque a gennaio, dopo il ritorno effettivo in campo, potrebbe cambiare aria, anche con formule di trasferimento più facilitate. Il Milan potrebbe tentare così di prenderlo in prestito con diritto di riscatto, come fatto con Tomori un anno fa.

Yerry Mina, classe ’94, è considerato un difensore affidabilissimo sui palloni alti. Sarebbe inoltre il secondo colombiano col compito di rendere più sicura la difesa del Milan, dopo i trascorsi del connazionale Cristian Zapata tra il 2012 ed il 2019.