Nel Milan c’è un talismano: con lui in campo Pioli non perde mai

Simpatico dato tra le file del Milan: c’è un calciatore che, quando chiamato in causa dal primo minuto, porta solamente risultati positivi

Dopo due passi falsi consecutivi il Milan sembra finalmente essersi ripreso ed è tornato a vincere sull’ostico campo del Genoa con un secco 0-3. Gioco ritrovato, mentalità vincente: tutto quello che serve per puntare a degli obiettivi importanti.

Milan
Milan (©LaPresse)

Si è disimpegnato in maniera egregia il centrocampo rossonero. Bene Tonali e Kessie in mediana, sia nella fase di interdizione che in quella di impostazione. Ottimo lavoro anche dei tre trequartisti, in questa rivisitazione del 4-2-3-1 di Pioli che, alle spalle dell’attaccante, ha messo tre giocatori che fungono prevalentemente da sotto punta come Messias, Diaz e Krunic. Focalizziamo l’attenzione proprio su quest’ultimo.


Leggi anche:


Con Krunic solo risultati positivi: il dato che fa sorridere Pioli

Da quando è arrivato al Milan, Rade Krunic non è mai riuscito ad imporsi in maniera definitiva all’interno del roaster di Stefano Pioli. Prestazioni altalenanti ne hanno ostacolato un cammino lineare ma nonostante questo il bosniaco non hai smesso di lottare per provare a conquistarsi quanto più possibile una maglia da titolare.

56 presenze e 2 gol per lui da quanto è approdato nella capitale lombarda. Le reti sono arrivate in Europa League contro il Celtic e in Serie A contro l’Hellas Verona, su calcio di punizione. In questa stagione, però, Krunic sembra aver ingranato una marcia diversa e seppur la sua presenza non si faccia troppo notare in mezzo al campo, c’è un dato che fa capire quanto sia importante il suo contributo alla causa.

Nelle gare giocate da titolare da Rade (ben 7) il Milan, infatti, non ha mai perso! 19 punti totalizzati dalla squadra del tecnico emiliano, frutto di sei vittorie ed un pareggio (contro l’Inter). Si tratta sicuramente di una cosa positiva per Pioli, che spesso ricorre a Krunic e crede molto in lui. La speranza dei tifosi rossoneri è quella che il 33 milanista possa finalmente diventare un perno fondamentale per questo gruppo.