Milan, sostituto Kjaer: c’è una voce che non convince i tifosi

Secondo quanto riportato dal giornalista della Gazzetta, Carlo Laudisa, il ritorno del difensore è un opzione se venisse confermato lo stop del danese.

L’infortunio di Simon Kjaer sembra piuttosto grave e con la sua assenza i rossoneri sarebbero costretti ad intervenire sul mercato per assicurarsi una nuova pedina per il reparto arretrato.

Venezia
Venezia (©LaPresse)

Lo stesso Stefano Pioli ha confermato che se lo stop per il difensore danese venisse confermato, la dirigenza dovrà farsi trovare pronta per sostituirlo. Le soluzioni per rimpiazzare il centrale sono diverse e la dirigenza le sta già valutando. Serve un giocatore importante che sia in grado di affiancare Tomori come titolare, dal momento che fino ad ora né Alessio Romagnoli, né Gabbia, hanno dimostrato di essere all’altezza. I due centrali rossoneri hanno commesso diversi errori nelle uscite, che sono costati qualche punto al Diavolo. All’occorrenza ci sarebbe Kalulu, che può ricoprire anche il ruolo di centrale difensivo, ma Pioli lo vede come esterno a ha bisogno di esperienza in mezzo.


Leggi anche:


Milan, possibile ritorno di Caldara

Il giornalista della Gazzetta dello Sport, Carlo Laudisa, ha tirato in ballo due ipotesi per la difesa del Milan. La prima soluzione sarebbe la più semplice dal punto di vista economico, ovvero il ritorno di Mattia Caldara dal prestito al Venezia. Il difensore ex Atalanta sta ritrovando un buona condizione e un discreto rendimento con la squadra di Zanetti, ma il suo nome non convince i tifosi rossoneri. Da quando è arrivato a Milano nell’estate del 2018, infatti, il centrale classe 1994 non è mai riuscito ad incidere con la maglia del Milan. Si tratterebbe di un’opzione low cost.

La seconda ipotesi citata da Laudiso è quella di un tentativo di Maldini e Massara per Nikola Milenkovic della Fiorentina. Il centrale serbo dei viola è un vecchio pallino dei rossoneri anche se Commisso ha sempre chiesto una cifra alta per lui. Il 24enne ora è in scadenza nel 2023 e il prezzo potrebbe essersi abbassato. Vedremo quali saranno gli sviluppi della situazione, restando ovviamente in attesa del responso degli esami di Kjaer.