Kjaer: “Non sono state settimane facili. Lavoro tanto per tornare”

Il difensore della squadra rossonera ha parlato ai microfoni di Milan Tv commentando l’infortunio e il suo 2021 in generale.

Simon Kjaer è tornato a parlare e lo ha fatto ai microfoni di Milan Tv. Il difensore danese dovrà stare fermo ancora a lungo a causa del grave infortunio rimediato e ha parlato di questo e del periodo della sua squadra.

Kjaer
Kjaer (©LaPresse)

Queste le sue parole: “Io sto bene, purtroppo ho avuto un infortunio grave. Servirà tempo e pazienza. Non sono una persona che scrive tanto sui social, vivo la mia vita con la mia famiglia ma ringrazio a tutti per i messaggi. Ho un obiettivo in testa che è tornare e lavorare”.

Sul 2021 e sull’infortunio

“Tutto può succedere nel calcio. Il 2021 è un anno in cui sono successe tante cose, quello che è successo a Eriksen, essere nominato al pallone d’oro e avere il primo infortunio grave della mia carriera. E’ un percorso che mi pensare un po’ e lavorare su tanti aspetti del mio corpo. Non volevo questo infortunio ma è successo e ora posso lavorare su tanti aspetti. Io lavoro 7-8 ore al giorno. Vengo a Milanello e poi torno a casa. Su tutti gli aspetti dove posso lavorare lavoro. Ci vuole tempo ma più faccio e più posso tornare forte”.


Leggi anche:


Sui primi giorni dopo l’infortunio e sul momento di squadra

“Ho ricevuto tantissimi messaggi da gente che non conoscevo, è un orgoglio per me. Anche da parte dell’Inter: li ringrazio ma sanno che quando torno, contro di loro, non regalo niente. Queste prime 2-3 settimane non sono state semplici, non mi muovo tanto. Questo è un periodo un po’ difficile per noi con delle sconfitte. L’obiettivo è sempre lo stesso: dobbiamo fare bene mercoledì e poi torniamo con più motivazione di sempre”.