Nuovo San Siro, Populous: “Sarà uno stadio unico al mondo”

Il responsabile del progetto del nuovo stadio San Siro ha parlato dei pregi e delle qualità che avrà l’impianto di Milan e Inter.

Da qualche giorno Milan ed Inter hanno ufficializzato la scelta del progetto architettonico riguardante il futuro stadio di proprietà, che sorgerà nei prossimi anni.

Stadio Milan AC
Nuovo San Siro – Progetto Populous

Sarà ‘La Cattedrale’, proposta dallo studio americano Populous, ad aggiudicarsi il bando ed a lavorare concretamente per il nuovo San Siro. Un progetto di spessore del quale a Repubblica ha parlato il diretto responsabile.

Christopher Lee, direttore generale di Populous per la regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) ha spiegato pregi e qualità del futuro impianto milanese.


Leggi anche:


Lee: “Progetto sostenibile, al centro di un’area innovativa”

Qualche modifica è già stata fatta al progetto iniziale, per volontà del Comune di Milano: “La giunta ha deciso di confermare la dichiarazione di pubblico interesse per la proposta relativa al nuovo stadio di Milano a condizione che l’area venisse riconfigurata come un distretto sportivo con una riduzione delle volumetrie e un’ampia valorizzazione e un aumento del verde”.

Queste le caratteristiche del distretto: “L’area sarà esclusivamente pedonale, comprenderà un parco da 50 mila metri quadrati, spazi verdi all’aperto per 100 mila metri quadrati, attività sportive e ricreative all’aperto e al coperto. Un piano che verrà condiviso con il Comune e che sarà in linea con il Piano di governo del territorio”.

Lee è sicuro: il nuovo San Siro sarà unico al mondo: La Cattedrale sarà come nessun altro stadio al mondo. Offrirà agli spettatori un’esperienza senza precedenti e sarà un impianto inclusivo, sicuro e accogliente per tutti i visitatori sia nel giorno della partita, sia quando non ci saranno match. Farà vivere un’esperienza di gioco unica nel suo genere con una Galleria destinata a diventare uno “spazio democratico” per tutti, tifosi e cittadini”.