Rangnick tenta lo scippo al Milan: United in pole per il talento

Il Manchester United starebbe per chiudere un’operazione di mercato molto chiacchierata, per un calciatore su cui c’era anche il Milan.

L’esperienza di Ralf Rangnick sulla panchina del Manchester United non è iniziata nel migliore dei modi. Risultati ancora altalenanti e anche alcune voci che parlano di spogliatoio poco affine con i suoi metodi. Servirà certamente tempo e fiducia da parte della società prima che il tedesco possa realmente mettere la sua firma sullo United.

rangnick
Ralf Rangnick (©LaPresse)

Non solo allenatore. Rangncik è un manager a 360 gradi. Lo sa bene il Milan, in particolare l’amministratore delegato Ivan Gazidis che nel 2020 ha seriamente pensato di affidargli la gestione dell’intera sfera tecnica, sia per il lavoro sul campo che per le scelte a livello strategico e progettuale.

Per questo motivo l’ex Lipsia ha voce in capitolo anche sulle operazioni di calciomercato del Manchester. Proprio Rangnick avrebbe in pugno un talento internazionale molto ambito, che lui stesso segue da molto tempo e vuole inserire immediatamente nella propria squadra.


Leggi anche:


Alvarez pupillo di Rangnick, ma non è ancora fatta

Il suo Manchester United è in pole per l’ingaggio di Julian Alvarez. Il giovane attaccante argentino, dai numeri clamorosi in patria, è uno dei calciatori più ammirati e seguiti del panorama calcistico odierno. I ‘Red Devils’ hanno voglia di portarlo immediatamente in Premier League.

Julian Alvarez
Julian Alvarez (©LaPresse)

Però, come segnalato dal giornalista Fabrizio Romano, non c’è ancora nulla di concreto. Alvarez è un pallino fisso di Rangnick, visto che il manager tedesco lo segue fin da quando lavorava nel Lokomotiv Mosca. Lo avrebbe voluto portare in Russia ed ora intende continuare il pressing per il suo United.

Il classe 2000 non è ancora così vicino. Il Manchester starebbe tentando di ingaggiarlo per gennaio, ma non si tratta di una pista così concreta. O quanto meno non ancora chiusa, visto che il River Plate non avrebbe dato l’ok per la cessione imminente del gioiello offensivo.

 

Una buona notizia per il Milan e per le altre pretendenti. Alvarez è considerato da Paolo Maldini un investimento di spessore per il futuro, un centravanti dalle qualità già sbocciata che potrebbe crescere al fianco di gente come Ibrahimovic o Giroud. Rangnick resta in pole per l’argentino, ma la corsa al talento è tutt’altro che segnata.