Capienza stadi: la decisione ufficiale

E’ arrivata la decisione della Lega di Serie A in merito alla capienza degli stadi. L’emergenza Covid-19 ha spinto a ridurre i posti negli impianti. Il punto

L’Assemblea della Lega di Serie A, convocata d’urgenza, in videoconferenza, nel primo pomeriggio, per fare il punto in merito all’emergenza Covid-19, ha espresso il suo verdetto.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

La capienza degli stadi è stata nuovamente ridotta: gli impianti potranno ospitare non più di 5mila spettatori nei match di gennaio. I provvedimenti non verranno adottati dalle partite di domani ma per i turni successivi, del 16 e 23 gennaio prossimo.

La Supercoppa Italiana, di mercoledì tra Juventus e Inter, è dunque salva, con il 50% della capienza.


Leggi anche:

Vuoi rimanere sempre aggiornato sul Milan? Seguici su Telegram!


Milan danneggiato

Il Milan è tra le squadre che ne pagherà maggiormente le conseguenze. I rossoneri, infatti, avranno due turni casalinghi: il 17 gennaio contro lo Spezia e il 23 contro la Juventus. Una delle partite più attese della stagione, il match contro i bianconeri di Massimiliano Allegri, potrà dunque esser visto solamente da 5000 tifosi.

Come sottolinea CalcioeFinanza, l’incasso di Milan-Juventus con una capienza di San Siro del 50% avrebbe potuto essere superiore ai 3 milioni di euro. Al momento i provvedimenti presi non riguardano le partite di febbraio, al rientro dopo la sosta. E’ evidente che tutto dipenderà dall’andamento dei contagi.