Theo Hernandez, difensore goleador: ha un primato in Europa

Il terzino sinistro del Milan è tornato a giocare a livelli altissimi. Oggi è arrivata una fantastica doppietta in quel di Venezia

Una grande prestazione del Milan di Stefano Pioli nella gara giocata oggi a pranzo contro il Venezia, una fantastica performance da parte di Theo Hernandez che finalmente sembra essere tornato al top della forma fisica.

Theo Hernandez
Theo Hernandez (©LaPresse)

Ultimamente il terzino francese era stato messo un po’ sotto la lente d’ingrandimento dagli addetti ai lavori per lo scarso rendimento in campo. Faticava a livello fisico, non riusciva ad imprimere la propria potenza né in fase offensiva né in quella difensiva. Ricorderete molto bene quell’errore nella partita contro la Fiorentina che permise ai viola di chiudere il match a pochi minuti dalla fine.

Theo è sembrato svogliato. E’ comunque da capire, perché ogni calciatore ogni tanto vive dei momenti non molto positivi e la cosa giusta da fare è rimanergli accanto e sostenerlo in ogni situazione. Ed è proprio ciò che hanno fatto Pioli e tifosi rossoneri, ed i risultati ora cominciano a vedersi con il numero 19 che è tornato ad innalzare la qualità del suo gioco. E’ stato anche premiato dalla società, in quanto senza Calabria, Kessie e Romagnoli è stato lui il capitano delle ultime due gare disputate dal diavolo.


Leggi anche:


Theo Hernandez e le doppiette: non è la prima volta

Theo sembra avere un feeling particolare con le doppiette. Da quando è arrivato al Milan, quindi dalla stagione 2019/2020, ne ha messe a segno ben 3! E pensate, nessuno ha fatto meglio di lui nei migliori cinque campionati europei. A riportarlo è OptaPaolo attraverso il proprio profilo Twitter. Insomma, un altro motivo di orgoglio per la società ma soprattutto per Paolo Maldini, che dal primo giorno in cui lo ha acquistato ha creduto in lui.

Adesso il Milan vuole blindarlo, rinnovando il suo contratto con conseguente aumento dell’ingaggio. Tutto questo Theo se lo è meritato perché da tempo non si vedeva un terzino sinistro con le sue qualità vestire la gloriosa maglia del Milan, probabilmente proprio dai tempi di Paolo Maldini. Ha da poco raggiunto le 100 presenze in rossonero ed il suo pensiero è stato subito volerne giocare altre cento e più. Questo significa che il ragazzo sta bene a Milano e ci sono tutte le carte in regola per far sì che questa grande storia d’amore possa continuare ancora molto a lungo.