Venezia-Milan, probabili formazioni: Pioli studia tre novità

La probabile formazione con cui il Milan oggi alle ore 12:30 affronterà in trasferta il Venezia per provare a riconfermarsi in campionato.

Neanche il tempo di godersi l’ottimo avvio del girone di ritorno, che tocca subito tornare in campo. Il Milan, dopo il 3-1 meritato inflitto alla Roma nel girono dell’Epifania, è oggi di scena sul campo del Venezia. Una trasferta decisamente da non sottovalutare per diversi motivi.

cambi Milan
I cambi del Milan (©Lapresse)

Intanto Stefano Pioli non ha ancora recuperato i calciatori positivi al Covid-19, dunque sarà costretto ad affrontare il match del Penzo senza diversi titolari. Inoltre i veneti nel girone d’andata hanno espresso un gioco brillante, che li ha portati a conquistare diversi punti preziosi anche contro le big.

Come di consueto, nel giorno del match, la Gazzetta dello Sport ha pubblicato le previsioni sulle formazioni titolari che scenderanno in campo alle ore 12:30 nel capoluogo lagunare. In casa Milan, nonostante le defezioni, non mancheranno alcune novità rispetto alla gara contro la Roma.


Leggi anche:


La formazione del Milan: Ibra dal 1′ minuto

Stefano Pioli dunque starebbe valutando alcuni cambi nello schieramento ufficiale che tra poche ore sbarcherà in Laguna. Precisamente si parla di tre novità rispetto al match di giovedì scorso, sempre tenendo conto delle assenze forzate. In primis sarà il turno di Zlatan Ibrahimovic, che secondo la classica staffetta con Giroud va verso la maglia da titolare.

Ibra
Zlatan Ibrahimovic (©LaPresse)

Ibra dunque guiderà l’attacco anti-Venezia, alla ricerca del suo primo gol nel 2022. Altra novità alle spalle del centravanti: Rafael Leao, già tornato a segnare contro la Roma, verrà presumibilmente preferito all’ottimo Messias. Il portoghese, se sta bene, è da considerarsi un titolarissimo di questo Milan.

La terza novità a centrocampo. Fuori un esausto Krunic, che contro la Roma si è speso al massimo, e dentro Tiemoue Bakayoko. Il mediano francese avrà un’importante chance per dimostrare al Milan ed a mister Pioli di essere ancora affidabile ed al centro del progetto tecnico milanista.

Per il resto conferme assolute e praticamente forzate. Tra i non convocati a Venezia spuntano i casi ‘positivi’ Calabria, Tomori, Romagnoli e Tatarusanu. Oltre al lungodegente Kjaer ed agli esuli di Coppa d’Africa, ovvero Kessie, Bennacer e Ballo-Touré.

La probabile formazione: (4-2-3-1) Maignan; Florenzi, Kalulu, Gabbia, T. Hernandez; Tonali, Bakayoko; Saelemaekers, Diaz, Leao; Ibrahimovic.

La formazione del Venezia

Nessun timore invece per Paolo Zanetti. Il tecnico del Venezia è pronto a schierare la sua squadra con un volto offensivo e spavaldo, nonostante la caratura tecnica dell’avversario. Senza l’ex di turno Caldara ed Ebuhei convocato in Coppa d’Africa, ci sarà spazio per il debutto di Cuisance, appena arrivato dal Bayern Monaco.

I veneti puntano sul tridente forte. Il leader Aramu largo a destra (ha già punito Roma e Juventus), il bomber Henry al centro e la rivelazione Okereke a sinistra. Volti nuovi della Serie A che stanno dando lustro al Venezia.

La probabile formazione: (4-3-3) Romero; Mazzocchi, Svoboda, Ceccaroni, Haps; Cuisance, Ampadu, Busio; Aramu, Henry, Okereke.