Milan, colpo in difesa | Idea dal Bologna!

Tuttosport ha fatto il punto sul mercato del Milan in ottica difensore. Pare che Maldini e Massara abbiano messo gli occhi su un nuovo profilo…

Oggi come oggi, parlando di Milan, ci si focalizza esclusivamente sul famigerato nuovo difensore centrale che dovrà arrivare a Milanello in questo gennaio. L’infortunio di Fikayo Tomori ha reso obbligatorio l’acquisto, che già era in programma dopo lo stop di Simon Kjaer.

Pioli e Maldini
Pioli e Maldini (©LaPresse)

Se Paolo Maldini e Frederic Massara non ritenevano più fondamentale l’ingaggio di un nuovo difensore – con le prestazioni di Kalulu e Gabbia a convincere l’intero ambiente rossonero -, l’infortunio dell’inglese ex Chelsea ha condotto ad un forzato ripensamento. Adesso, la dirigenza rossonera è tornata a lavoro per trovare il profilo giusto in termini di convenienza economica e qualitativa, e per rinforzare una retroguardia ridotta all’osso.

Tuttosport, in edicola oggi, ha fatto il punto sui movimenti del Milan in tal senso. Secondo il quotidiano, il club rossonero sta pensando ad un colpo nell’immediato, per poi mettere a segno un acquisto di livello in estate. Per giugno, i nomi in pole sono sicuramente quelli di Gleison Bremer e Sven Botman. 

Non è escluso però, che per il brasiliano si tenti l’accelerata in questo mercato. I dialoghi col Torino, per quanto riguarda Pietro Pellegri, continuano. E il Milan potrebbe intensificarli per provare a piazzare il colpo Bremer. Come alternative ci sono le idee in prestito che portano il nome di Eric Bailly e Abdou Diallo. Per quest’ultimo appare più difficile aprire una trattativa, dato che il PSG non è intenzionato a cedere il suo giocatore in prestito.

Ma attenzione, Tuttosport accosta un nuovo nome al Milan. Maldini e Massara sono interessati.


Leggi anche:


Milan, idea dal Bologna

Il quotidiano torinese ha raccontato nella sua edizione odierna come il Milan stia osservando con attenzione Arthur Theate del Bologna. Il difensore di nazionalità belga potrebbe rappresentare il perfetto colpo in prospettiva di Maldini e Massara. Classe 2000, Theate è ben piazzato nelle gerarchie di Sinisa Mihajlovic.

Arthur Theate
Arthur Theate (©LaPresse)

Anche lui di piede mancino, vanta una buona prestanza fisica. Arthur è alto 1,86 cm ed è molto bravo a ricoprire entrambi i lati del ruolo centrale di difesa (centro-destra e centro-sinistra). Inoltre, all’occorrenza, la sua duttilità gli permette di destreggiarsi bene sulla fascia sinistra. Una prerogativa che potrebbe fare davvero comodo al Milan. Ad oggi, Theo Hernandez non ha un sostituto di livello. Theate, con lavoro costante, potrebbe diventare il perfetto jolly difensivo di Stefano Pioli.

C’è però da far i conti con un particolare fattore: il belga è attualmente in prestito al Bologna, con gli emiliani che hanno l’obbligo di riscatto a determinate condizioni. Theate è stato ceduto in Italia dal KV Oostende, club di Pro League, la massima serie belga. Pare che il suo valore di mercato si aggiri attualmente sui 10 milioni di euro. Niente male per un classe 2000 che non si è ancora affacciato al calcio delle big. Potrebbe essere lui il rinforzo giusto per la difesa milanista? E dato che Theate è attualmente in prestito, arriverebbe a gennaio o in estate?