Calciomercato Milan, colpo in prospettiva: la strategia di Maldini

Il Milan non molla il giovane talento, che potrebbe arrivare anche nell’immediato. Ecco la strategia studiata per assicurarselo subito.

Giocatori pronti ma volendo anche di prospettiva. Il Milan non smette di guardare al mercato come proiezione futura, visto che il club rossonero in questi anni ha spesso investito su giovani che potessero rappresentare scelte interessanti per l’avvenire della squadra.

Maldini
Paolo Maldini (©Getty Images)

Una volontà, quella di Paolo Maldini e del resto della dirigenza, che dovrebbe proseguire anche in questa sessione di mercato invernale. Il Milan, ormai è noto, cerca un difensore centrale per rimpolpare un reparto falcidiato dalle assenze e dagli infortuni a lungo termine. La soluzione ideale potrebbe essere l’ingaggio di un giovane, ma già pronto per il grande salto.

I nomi di elementi come Bailly del Manchester United o Diallo del PSG sono in cima alle preferenze del club. Ma non sono le uniche operazioni fattibili. Il Milan si sta infatti concretamente muovendo per un centrale che milita in Serie A e che fa già gola a moltissime società d’alta classifica.


Leggi anche:


Duello con la Lazio per il talento veronese

Il giovane nel mirino del Milan è un nome fuoriuscito nell’ultima settimana, e che trova conferme secondo gli aggiornamenti della Gazzetta dello Sport. Si tratta di Nicolò Casale, classe ’98 dell’Hellas Verona. Un debuttante in massima serie che non ha assolutamente mostrato problemi nell’adattarsi al calcio che conta.

casale
Nicolò Casale (©Getty)

Casale è uno stopper duttile e molto tecnico, che all’occorrenza si sa adattare anche come terzino. Il Milan deve guardarsi dalla concorrenza della Lazio per il calciatore, visto che da tempo era finito anche nel mirino del d.s. Igli Tare. Ma i rossoneri vantano una strategia che riguarda gli ultimi giorni di gennaio.

L’idea è quella di attendere che il Verona abbassi la guardia e le pretese, spingendo anche sulla volontà del giovane difensore. Il Milan non ha fretta, sa che l’Hellas non accetta offerte basate sul prestito con diritto di riscatto, ma intende bussare nuovamente alla porta del club veneto tra una decina di giorni.

Certo, l’esigenza di mister Pioli in difesa è immediata. Ha bisogno di uno stopper in più per i prossimi impegni, visto che al momento Kjaer, Tomori e Romagnoli sono ai box per problematiche differenti. Non è escluso infatti che il Milan possa regalarsi ben due centrali a gennaio: uno, in prestito, per l’immediato. L’altro, ovvero Casale, di prospettiva.