Milan-Juventus 0-0, le pagelle: perfetti Romagnoli e Kalulu, delude l’attacco

Milan-Juventus 0-0, le pagelle: Grande prova di Romagnoli, bene anche Kalulu. Tonali regge il centrocampo, bene Bennacer dalla panchina

Milan-Juventus
Milan-Juventus (LaPresse)

Il big match della 23ª giornata inizia con grande intensità. Tanti falli e interruzioni, per una partita in ogni caso corretta. Equilibrato il primo tempo, che il solito Leao prova a scuotere con una delle sue giocate. Dal nulla il portoghese, dopo uno scambio nello stretto con Ibra, va al tiro scaldando i guanti di Szczesny. La prima frazione si chiude in ogni caso a reti inviolate.

Anche la seconda frazione è caratterizzata da sostanziale equilibrio, che si porta avanti fino al 90′, praticamente senza occasioni da gol ne da un lato ne dall’altro.


Leggi anche:


Milan-Juventus, le pagelle

Maignan 6: Nessun intervento degno di nota del portiere francese, mai impegnato se non in qualche uscita nel primo tempo.

Theo Hernandez 6: Qualche incursione nel primo tempo, ordinato in difesa e devastante quando parte palla al piede.

Kalulu 6,5: Una partita diligente, in crescendo, soprattutto nel secondo tempo dove tiene botta in diverse occasioni anche pericolose, non correndo mai nessun rischio.

Romagnoli 6,5: Concentrato nel primo tempo, tiene la linea e si fa sentire soprattutto fisicamente non soffrendo gli attacchi juventini. Monumentale nel secondo tempo, sempre puntuale negli anticipi e negli interventi.

Calabria 6,5: Ottimo ritorno da titolare, nella prima frazione vince tutti i duelli e recupera importanti palloni a centrocampo. Pericoloso anche in avanti, sempre preciso nei cross e puntuale nell’offendere, arrivando anche al tiro (Florenzi 75′ sv).

Krunic 6: Una gara ordinata la sua, fa bene da argine alle avanzate bianconere e tocca tanti palloni con qualità da mediano. Si sposta anche sulla trequarti sul finale di gara.

Tonali 6,5: E’ ovunque il numero 8, solita energia e qualità nelle giocate, fondamentale sia in regia che in ripiegamento.

Messias 5,5: Ancora una gara non brillante, non stata mai l’uomo e non crea mai quella superiorità sulla fascia fondamentale per sfondare la retroguardia bianconera. Anche lui si sacrifica in marcatura, in fase di ripiegamento (Saelemaekers 60′ 6)

Brahim Diaz 5,5: Tanta grinta per il 10, ma sono ancora poche le giocate concrete di qualità  che avevano caratterizzato la prima parte di stagione. Tante corse all’indietro, ma poco incisivo in avanti (Bennacer 60′ 6: ottimo ingresso, di grande intensità dell’algerino, che è mancato e come al centrocampo rossonero).

Leao 6: Quando si accende il Milan diventa pericoloso. Dal nulla si inventa, con una folata, l’occasione più pericolosa del primo tempo, fermato solo da una bella parata di Szczesny. Più opaca la sua gara nel secondo tempo (Rebic 75′ sv)

Ibrahimovic sv (Giroud 5,5: Non facile l’ingresso a freddo. Il francese si fa trovare pronto per intensità e solito pragmatismo. Tante sponde e qualche errore, peccato per il colpo di testa parato da un buon posizionato Szczesny).