Romagnoli, “Era rigore?” | “DAZN” cattura il siparietto a bordo campo – FOTO

Siparietto tra Alessio Romagnoli ed i tecnici di DAZN al termine del primo tempo di Milan-Juventus, indagando sull’episodio del presunto rigore.

Una gara combattuto ma non così bella da vedere. I tifosi di Milan e Juventus si sono forse annoiati, colpa dello 0-0 senza grandi emozioni scaturito questa sera dal posticipo di San Siro.

romagnoli
Romagnoli su DAZN

Paura di perdere e tanto tatticismo da entrambe le parti. Addirittura l’episodio forse più interessante del match è arrivato al 3′ minuto del primo tempo, quando il Milan ha chiesto un calcio di rigore per atterramento in area juventina di Davide Calabria, sbilanciato da Alex Sandro.

In tal senso l’emittente DAZN ha svelato un siparietto accaduto sul prato di San Siro al termine del primo tempo di stasera. Alessio Romagnoli prima di rilasciare le consuete dichiarazioni all’intervallo, si è informato con tecnici e suo staff sull’eventuale episodio da rigore e sulla decisione del signor Di Bello.


Leggi anche:


Rigore dubbio su Calabria: c’è il precedente

Romagnoli, a fine primo tempo, è stato avvicinato dalle telecamere e dai cronisti di DAZN. Prima dell’intervista ha chiesto palesemente “Era rigore?”, riferendosi al suddetto contatto Calabria-Alex Sandro che ha fatto protestare i rossoneri. Un episodio che poteva cambiare la partita ma sul quale l’arbitro ha lasciato correre.

Alla sua domanda ha risposto una persona lì presente. Non si capisce se fosse un tecnico dell’emittente o un membro della panchina del Milan. La replica è emblematica: “Uguale a quello del derby“. Ovvero un contatto molto simile al primo rigore concesso all’Inter nell’ultimo derby di campionato contro il Milan, finito 1-1.

Foto DAZN

Il riferimento è chiaro. In quel caso il milanista Franck Kessie aveva in qualche modo ostacolato Hakan Calhanoglu in piena area. L’arbitro decise di assegnare il rigore, nonostante il contatto fosse praticamente involontario. Un riferimento assolutamente consono con l’episodio di cui si sta discutendo questa sera.

Purtroppo le scelte arbitrali, così differenti in situazioni così simili, hanno punito il Milan. Nel derby è stato assegnato un rigore dubbio contro, oggi invece Di Bello e Di Paolo (quest’ultimo al VAR) hanno scelto di non intervenire. Manca uniformità di giudizio su questioni così analoghe.