Infortunio Ibrahimovic, “Colpa del terreno” | Speranza derby

L’infortunio di Ibrahimovic nel primo tempo di Milan-Juventus di ieri sembra dovuto alle condizioni pessime del campo di San Siro.

Milan-Juventus senza dubbio è stata una gara poco affascinante, a tratti anche noiosa. Colpa dell’atteggiamento delle due squadre, ma buona parte di responsabilità ce l’ha pure il terreno di gioco, decisamente deficitario e non adatto ad una sfida del genere.

Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©LaPresse)

Il manto erboso di San Siro ieri si presentava in pessime condizioni. Non a caso il Milan (con l’avallo dell’Inter) intende effettuare una rizollatura totale per evitare nuovamente serate così, condizionate dal campo. Ma intanto i primi effetti negativi si sono visti ieri sera, con conseguenze non buone per i rossoneri.

Zlatan Ibrahimovic infatti si è fermato alla mezz’ora del primo tempo. Problema al tendine d’achille per l’attaccante svedese. Colpa delle condizioni del campo? Oppure una ricaduta ad un vecchio problema? Di certo le zolle malmesse di San Siro non hanno aiutato, o forse peggiorato la situazione.

A fine partita Stefano Pioli ha puntato il dito in tal senso contro il manto erboso: “Ibra ha avuto un problema al tendine, sostiene che sia dovuto anche alla durezza del terreno. E’ difficile capire quando tornerà. La sosta ci aiuta a fare delle valutazioni”.


Leggi anche:


Ibrahimovic, a giorni i controlli: derby a rischio

La Gazzetta dello Sport ha approfondito la situazione fisica di Ibrahimovic e l’infortunio che lo ha costretto a lasciare il posto ad Olivier Giroud già nel primo tempo. Si tratta di un dolore al tendine d’achille, poco sopra il tallone. Non è però una ricaduta di un vecchio problema, visto che Ibra aveva sofferto al tendine della gamba sinistra, mentre ieri si è infortunato a quella destra.

ibra
Foto Dazn

Difficile capire i tempi di recupero, anche se molto dipenderà dall’esito degli esami di rito che Ibra svolgerà in settimana. Di certo non parteciperà nel prossimo weekend di sosta ad alcun raduno con la sua Svezia. Anche se tra gli obiettivi del 2022 l’attaccante del Milan ha posto in primo piano la partecipazione ai Mondiali.

Il Milan spera di riaverlo per il derby del 6 febbraio prossimo. Sfidare l’Inter capolista senza un Ibrahimovic a pieno regime sarebbe difficile per i rossoneri, che senza lo svedese segnano poco. Soprattutto a San Siro: solo 20 gol dei 47 totali sono stati realizzati in casa. Non è solo colpa del terreno, ma risistemarlo sarebbe già un aiuto importante.