Milan, accordo vicino! | Un italiano per il post Ibrahimovic

Il Milan starebbe seriamente valutando il nuovo rinforzo per l’attacco tra i calciatori della Serie A attuale. Sarà lui il dopo Ibrahimovic?

Continuano a circolare le voci sul mercato futuro del Milan. Il club rossonero starebbe ragionando più in prospettiva, lavorando dunque su rinforzi che potrebbero arrivare la prossima estate in diversi reparti.

Giroud e Ibra
Giroud e Ibrahimovic (©LaPresse)

L’attacco subirà cambiamenti e ringiovanimenti. Basti pensare a Marko Lazetic, centravanti 18enne della Stella Rossa che si aggregherà subito al Milan ma che evidentemente sarà da considerarsi pronto ed utile solo nel prossimo futuro. Una cosa è certa: l’attacco rossonero non resterà ad appannaggio di due ‘over’ come Ibrahimovic e Giroud.

Entra nel nostro gruppo Telegram e interagisci con la redazione!

In particolare lo svedese dovrà valutare con calma la sua permanenza milanista e la prosecuzione di carriera. Tanti infortuni muscolari stanno compromettendo la sua stagione. Non è da escludere che sia lo stesso Ibra a scegliere di non continuare nel Milan e valutare persino di appendere gli scarpini a fine campionato.


Leggi anche:


Ha detto no ad una maxi-offerta: vuole solo il Milan!

Dunque, a prescindere dal destino di Ibrahimovic, il Milan prenderà probabilmente un attaccante più giovane e che dia maggiori garanzie dal punto di vista fisico-atletico. In queste ore si sta rafforzando una pista, già ampiamente battuta in passato dal club rossonero.

Andrea Belotti potrebbe seriamente diventare il nuovo centravanti del Milan. Il ‘Gallo‘ è da tempo un obiettivo, tornando ad essere valutato come intrigante data la scadenza di contratto a giugno 2022. Il calciatore ha già deciso di lasciare Torino, dunque si potrà ingaggiare a parametro zero al termine di questo campionato.

Andrea Belotti
Andrea Belotti (©Getty Images)

Un’occasione ghiotta di mercato su cui il Milan sembra tornato di prepotenza. Secondo quanto scrive il Corriere della Sera, Belotti avrebbe in testa solo l’opzione milanista. La prova arriva dal netto rifiuto da parte dell’attaccante all’offerta ultra-milionaria arrivata da Toronto. Il club canadese lo ha tentato con un contratto da 10 milioni netti a stagione, simile a quello accettato da Insigne. Ma Belotti ha preferito glissare, aspettando l’offensiva del Milan.

Il classe ’93 non si sente pronto per lasciare il calcio che conta e volare nella MLS solo per questioni di denaro. Belotti si sente un calciatore di livello a tutti gli effetti e sa che il Milan potrebbe essere il trampolino per una strada prestigiosa e più continua. Nelle prossime settimane avremo novità su questo fronte.