Milan, brutte notizie dalla Germania | “Offerta rifiutata, vogliono di più”

Non è andato a buon fine il primo affondo del club rossonero per il difensore. I tedeschi fanno sapere di volere una cifra più alta per cedere il giovane.

La notizia è rimbalzata in mattinata: il Milan ha cambiato totalmente obiettivo per il rinforzo in difesa. La dirigenza sembra aver definitivamente accantonato i nomi precedenti (a parte Botman, per cui si farà un tentativo in estate).

Maldini
Maldini (©LaPresse)

Messi da parte quindi i vari Diallo, Bailly ecc, la società rossonera ha deciso di puntare porte su un profilo tedesco. Malick Thiaw è decisamente una sorpresa, dal momento che attualmente in Bundesliga 2 con lo Schalke. Le ultime indiscrezioni parlavano di una affare che potrebbe andare in porto intorno ai 5 milioni di euro, ma su questo ci sono molti dubbi.

Nonostante il rientro di Romagnoli e quello imminente di Tomori, Maldini ha ugualmente intenzione di consegnare ad ogni modo un rinforzo per la difesa a Pioli per questa seconda parte di stagione. Se Ibra e compagni vogliono provare a tenere testa all’Inter fino alla fine del campionato hanno bisogno di un elemento in più in quel reparto e, dopotutto, in questo modo il club non avrebbe rimpianti in caso non si raggiungesse l’obiettivo.


Leggi anche:


Lo Schalke vuole 10 milioni per Thiaw

Continuano ad arrivare conferme sotto questo punto di vista, anche dalla Germania. Inizialmente era stato Sky Sport Deutschland a parlare di possibile buon esito. Stavolta è la BILD a garantire la veridicità della trattativa. Il quotidiano tedesco racconta che il direttore sportivo dello Schalke, Rouven Schröder, ha respinto l’offerta del Milan da 6,5 milioni, una proposta comprensiva di bonus.

Il club tedesco vacillerebbe solamente se il Diavolo dovesse mettere sul piatto 10 milioni. Lo Schalke ha intenzione di risalire immediatamente nella massima categoria e non vuole rischiare nulla in tal senso. La cessione di Thiaw complicherebbe effettivamente le cose da questo punto di vista.