Italia, Calabria lascia il ritiro della Nazionale: il motivo

Dallo stage dell’Italia arriva una notizia che riguarda Calabria e Locatelli: hanno lasciato il ritiro, ma niente infortuni.

Il Milan ha quattro giocatori impegnati nello stage che la Nazionale di Roberto Mancini sta svolgendo in questi giorni a Coverciano. Si tratta di Alessandro Florenzi, Alessio Romagnoli, Sandro Tonali e Davide Calabria. Proprio su quest’ultimo è arrivata una notizia poco fa.

Davide Calabria
Davide Calabria nel ritiro dell’Italia a Coverciano (©Getty Images)

Stando a quanto spiegato dai colleghi di Rai Sport, il terzino destro rossonero e Manuel Locatelli della Juventus hanno lasciato stamattina il ritiro dell’Italia. Si tratta di motivi personali che, al momento, non sono stati resi noti. I due calciatori saltano l’ultimo allenamento di oggi, poi tutti potranno rientrare presso le rispettive squadre di club per preparare i prossimi impegni della stagione.


Leggi anche:


Calabria titolare nel derby Inter-Milan: ma Florenzi è pronto

Davide Calabria
Davide Calabria, terzino del Milan (©Getty Images)

Calabria nell’ultima partita di campionato contro la Juventus a San Siro ha fatto il suo ritorno da titolare e se l’è ben cavata. Anche se Alessandro Florenzi lo aveva ben sostituito nel complesso, il rientro del numero 2 rossonero è molto importante per la squadra di Stefano Pioli. È lui il titolare della corsia destra e ha dimostrato di meritarsi quel posto nelle gerarchie dell’allenatore.

Ovviamente Calabria sarà titolare anche nel derby Inter-Milan del 5 febbraio, ma adesso Pioli sa di poter disporre di una carta in più con un Florenzi che dopo l’intervento al ginocchio sinistro di inizio ottobre è tornato in grande spolvero e ha dimostrato che la dirigenza ha fatto bene a puntare su di lui. C’era parecchio scetticismo, soprattutto a causa dei troppi infortuni avuti in carriera, e le prime apparizioni in maglia rossonera non avevano convinti.

Ma dopo l’operazione il laterale romano sta dimostrando di poter essere utile al Milan. Il suo obiettivo è quello di essere riscattato al termine della stagione. Il prestito oneroso è costato circa un milione di euro e per l’acquisto definitivo del cartellino andranno versati altri 4,5 milioni alla Roma. Se il rendimento dovesse essere positivo, il riscatto verrà esercitato sicuramente.