LIVE Inter-Milan 1-2: Diaz cambia il Derby, poi ci pensa Giroud

Diretta Live Inter-Milan: cronaca e risultato in tempo reale del derby Inter-Milan, valido per la 24esima giornata del campionato Serie A 2021/2022.

Inter Milan
Inter-Milan (foto MilanLive.it)

Il Derby di Milano si tinge di rossonero. Dopo un primo tempo giocato molto meglio dall’Inter e concluso sul risultato di 1-0 grazie al gol di Ivan Perisic, nella ripresa entra Brahim Diaz e la partita viene ribaltata. Olivier Giroud segna una doppietta e regala 3 punti preziosi al Milan.

Adesso la squadra di Stefano Pioli è a -1 da quella di Simone Inzaghi in classifica, anche se i nerazzurri hanno una partita da recuperare e potrebbero riallungare. Ad ogni modo, successo fondamentale per il Diavolo.

Derby Inter-Milan: la diretta della partita

90’+7′ – DERBY FINITO!

90’+5′ – ESPULSO THEO HERNANDEZ. Fallo netto su Dumfries.

90’+3′ – Dimarco sbaglia una punizione che poteva essere pericolosa.

90’+1′ – Ammonito Krunic.

90′ – Concessi cinque minuti di recupero.

87′ – I nerazzurri cercano di reagire, il Milan si deve difendere bene.

84′ – L’arbitro Guida ha espulso qualcuno presente in panchina.

84′ – Skriniar ammonito.

82′ – Pioli mette Krunic per Bennacer. Inzaghi inserisce Darmian per Bastoni e Vecino per Brozovic.

78′ – GOL MILAN! Ancora Giroud! Il francese si gira benissimo su De Vrij e batte Handanovic. Rete da vero numero 9.


76′ – Ammonito Bennacer.

75′ – GOL MILAN! Giroud! Il tiro di Brahim Diaz viene deviato e l’ex Chelsea è bravo col sinistro a correggere in rete.

73′ – Dentro Vidal per Calhanoglu nell’Inter.

72′ – Ammonito Brahim Diaz per fallo tattico evidente.

70′ – Inzaghi mette Sanchez per Lautaro Martinez e Dimarco per Perisic.

69′ – Perisic al volo di sinistro da angolo, pallone alto.

67′ – Calhanoglu da corner prova a beffare Maignan, palla sopra la traversa.

65′ – Leao dall’interno dell’area non riesce a concludere bene su assist di Brahim Diaz, entrato bene in campo.

62′ – Conclusione dalla distanza di Barella, deviazione di Romagnoli e palla altissima. Corner per i nerazzurri.

60′ – Ammonito Calhanoglu per proteste.

57′ – Dentro Brahim Diaz per Kessie.

51′ – Grande anticipo basso di Maignan su Perisic, pronto a ricevere un assist di Dumfries.

49′ – Botta di Tonali dalla distanza, palla leggermente deviata e corner per i rossoneri.

46′ – Riprende il Derby! Entra Messias per Saelemaekers.


45’+3 – PRIMO TEMPO FINITO. Inter-Milan 1-0: decide Perisic per ora. Nerazzurri meglio del Diavolo nella prima frazione.

45’+2′ – Dzeko ci prova col destro, ma Maignan blocca.

45′ – Concessi due minuti di recupero.

42′ – Il Milan cerca di reagire, ma non è pericoloso.

38′ – GOL INTER. Perisic al volo di sinistro batte Maignan su corner battuto da Calhanoglu. Non bene Kalulu in marcatura sul croato.

38′ – Maignan mette in angolo sul tiro da fuori area di Lautaro Martinez.

35′ – Botta di Tonali, super Handanovic nel respingere con la mano di richiamo. Poi l’azione prosegue e il Milan va ancora vicino al gol, ma guadagna solo un corner.

28′ – Miracolo di Maignan sulla conclusione a botta sicura di Dumfries!


27′ – Buona azione dell’Inter, Dzeko serve Lautaro Martinez ma il suo tiro viene deviato e poi Maignan riesce a evitare il corner.

26′ – Buon inserimento di Barella, che sulla sponda di Lautaro non calcia bene dall’interno dell’area.

23′ – Kalulu anticipa Lautaro Martinez in area, evitando che l’argentino possa calciare.

20′ – Ammonito Romagnoli per fallo su Dzeko in un tentativo di anticipo.

20′ – Il Milan si lamenta per un tocco di braccio in area nerazzurra su un tiro di Leao.  L’ex arbitro Marelli a DAZN spiega che il braccio era vicino al corpo, quindi niente penalty.

15′ – Meglio la squadra di Inzaghi di quella di Pioli in questa fase.

11′ – Tiro di Brozovic deviato da Kalulu, ma Maignan è bravissimo a parare in due tempi.

10′ – Gol annullato all’Inter, Dumfries di testa aveva sovrastato Theo Hernandez sul cross di Perisic. Il croato era in fuorigioco.

8′ – Equilibrio tra Inter e Milan finora.

5′ – Buoni ritmi in questo avvio di match.

3′ – Cross di Calabria deviato, palla che finisce sopra la traversa e dunque corner per i rossoneri.

1′ – Derby iniziato a San Siro!

Alle ore 18 l’arbitro Marco Guida darà il via alla sfida.

Serie A, formazioni ufficiali Inter-Milan

INTER (3-5-2): Handanović; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozović, Çalhanoğlu, Perišić; Martínez, Džeko. A disp.: Cordaz, Radu; D’Ambrosio, Darmian, Dimarco, Kolarov, Ranocchia; Gagliardini, Vecino, Vidal; Curatolo, Sánchez. All.: Inzaghi.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Romagnoli, Hernández; Tonali, Bennacer; Saelemaekers, Kessie, Leão; Giroud. A disp.: Mirante, Tătăruşanu; Florenzi, Gabbia, Tomori; Bakayoko, Castillejo, Díaz, Krunić, Messias; Lazetić, Maldini. All.: Pioli.

Arbitro: Guida di Torre Annunziata.

LEGGI ANCHE -> Inter-Milan, streaming e diretta tv: dove vedere il Derby oggi dalle 18

La presentazione del derby di Milano

Terminata la pausa nazionali, torna la Serie A e offre subito un big match di alta classifica come Inter-Milan. Questo derby di Milano potrebbe essere cruciale per la corsa Scudetto. I rossoneri sono praticamente costretti a vincere, sono a -4 e potenzialmente a -7 considerando che i nerazzurri devono recuperare una partita contro il Bologna. Perdere oggi rischia di mettere fine alle speranze di vincere il tricolore.

La squadra di Pioli non arriva al meglio a questo appuntamento forse decisivo. Infatti, Ibrahimovic e Rebic non hanno recuperato dai rispettivi problemi fisici. Tomori è a disposizione, però non al 100%. L’allenatore emiliano spera che i suoi ragazzi tirino fuori una grande prestazione e conquistino i 3 punti. Si aspetta tanto soprattutto da quei calciatori che sono dei leader tecnici e che possono fare la differenza, a partire da Theo Hernandez e Rafael Leao.

Inzaghi è privo di Correa e del nuovo arrivato Gosens. Nel complesso la sua squadra sembra godere di maggiore salute e affronta il derby con meno pressione rispetto ai rivali cittadini. C’è voglia di vincere, ovviamente, ma anche la consapevolezza che un pareggio o una sconfitta manterrebbero l’Inter in testa alla classifica e che c’è un recupero contro il Bologna da sfruttare per allungare.