Milan, agente in sede: blindato il giovane talento

La dirigenza rossonera vuole blindare il giovane calciatore che si sta mettendo in evidenza con la formazione Primavera di mister Giunti

Il Milan non ha solo l’obiettivo di fare bene in campionato, in Coppa Italia e sul mercato per rinforzare la rosa. Uno degli scopi principali della dirigenza è quello di investire tanto sul settore giovanile in nodo tale da produrre in casa i talenti del futuro.

Maldini, Massara e Pioli
Maldini, Massara e Pioli (©LaPresse)

E’ questo il modus operandi di Maldini e Massara. Diversi calciatori del vivaio sono ad esempio andati in prestito in altri club che possono garantirgli maggior minutaggio nelle prime squadre per avvicinarli alla mentalità del calcio che conta davvero, quello appunto dei grandi. E’ quello che da due anni il Milan sta facendo ad esempio con Tommaso Pobega. L’anno scorso allo Spezia, in questa stagione al Torino, Tommy è ormai pronto per il salto di qualità definitivo.

I granata si sono tuttavia innamorati di lui e Cairo ha provato a convincere il Milan a cederlo definitivamente, ma i rossoneri si sono opposti in maniera categorica. I giovani di oggi rappresentano il calcio di domani, e soprattutto in Italia bisogna iniziare a credere un po’ di più nei ragazzi italiani che crescono nei nostri settori giovanili, invece che andare a prendere stranieri di cui non si ha la benché minima conoscenza. E’ la mentalità che deve cambiare, ed è proprio quello che sta cercando di mettere in pratica la società milanista.


Leggi anche:


Il rinnovo di un 2003 tra le priorità del Milan

Proseguendo il discorso che stavamo argomentando prima, è importante dare un segnale agli stessi ragazzi che la società crede in loro. Il modo migliore per farlo è andare a rinnovare i contratti di quei calciatori che si stanno mettendo in mostra con le formazioni giovanili per dare loro quella energia e quella forza in più per continuare a crescere e credere in se stessi.

Ecco perché il Milan è pronto a rinnovare il contratto con il giovane Marco Nasti, vero e proprio bomber della formazione Primavera, che è pronto a legarsi ai rossoneri fino al 2025, legandosi così ai rossoneri per altri tre anni almeno. Marco, classe 2003, sta vivendo una grande stagione, condita da 12 reti e 4 assist in 16 partite totali tra campionato, Youth League e Coppa Primavera. L’affare è ormai ai dettagli, si attende soltanto l’ufficialità.