Milan, il pareggio costa… poco: il racconto di una pazza giornata di Serie A

Il passo falso con la Salernitana sarebbe potuto essere fatale. E invece nessuno ne ha approfittato, anzi: i rossoneri guadagno un punto sull’Inter

Pazza Serie A. Da anni non si vedeva un campionato così avvincente e con una lotta per la zona Champions così imprevedibile. Ma la situazione può essere vista anche da un altro punto di vista: il campionato italiano sta diventando sempre più mediocre?

Salernitana-Milan
Salernitana-Milan (©LaPresse)

La ventiseiesima giornata di Serie A ha regalato diverse emozioni, ma non per le squadre che stanziano nella parte alta della classifica. Sono state infatti le loro avversarie di turno ad esultare. Una giornata in cui 7 squadre delle prime otto hanno perso o pareggiato. Difficilmente si era mai visto qualcosa di simile. Analizziamo squadra per squadra cosa è successo in questo turno: partiamo dalla Juventus, che nell’anticipo di venerdì nel derby con il Torino ha soltanto trovato un pareggio. Non è di certo andata meglio al Milan, che sabato all’Arechi non è riuscito ad andare oltre il 2-2 con la Salernitana, offrendo un assist a Inter e Napoli in particolare.

Assist di cui entrambi i team non hanno saputo approfittare, rendendo meno amaro il passo falso rossonero. L’Inter ha addirittura perso in casa 0-2 con il Sassuolo, il Napoli poco fa ha impattato sul terreno di gioco del Cagliari non riuscendo così a raggiungere il primo posto. Non è di certo andata meglio all’Atalanta, che ha avuto l’occasione di avvicinarsi alle prime tre e riprendersi il quarto posto. Ma la squadra di Gasperini non aveva fatto i conti con la Fiorentina, che si è imposta al Franchi per 1-0 tra le polemiche bergamasche. I viola rappresentano l’unica squadra tra le prime otto ad aver ottenuto i tre punti. Molto più lontane Lazio e Roma, che comunque non riescono ad avvicinarsi al treno Champions. Entrambi i gruppi della Capitale pareggiano rispettivamente con Udinese ed Hellas Verona.


Leggi anche:


Milan, il pareggio brucia ancora: di più o di meno dopo i passi falsi delle altre?

Stava per costare caro il passo falso del Milan in Campania contro l’ultima della classe. Un 2-2 brutto da vedere, per il modo in cui è arrivato: tanta sufficienza messa in campo dai ragazzi di Pioli, che forse non ricordavano cosa era accaduto contro Sassuolo, Spezia ed altre squadre meno attrezzate con cui si era già incappati in brutte prestazioni. Per fortuna nessuno ne ha saputo approfittare, anzi, alla fine il Milan ha anche guadagnato un punto sull’Inter portandosi momentaneamente a +2. Ricordiamo però che i nerazzurri hanno una gara in meno. Questa volta è andata bene, ma non ci si può più permettere atteggiamenti del genere. Almeno se l’obiettivo è quello di fare meglio dello scorso anno, e dunque, provare a vincere lo Scudetto.

Una giornata pazza di Serie A, che se da un lato favorisce lo spettacolo, dall’altro evidenzia un netto calo di qualità del campionato intero. Raramente si era visto prima un turno di campionato del genere, con praticamente tutte le prime della classe inciampate nello stesso momento. Quando ci si chiede perché in Europa le italiane facciano fatica, in particolar modo con le squadre inglesi, si pensi a questa giornata di Serie A. Ora però torniamo al presente, e facciamo finta che questo turno non si sia mai disputato. Il Milan è stato graziato, ma ora non può più sbagliare. Non ci sarà una seconda possibilità!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)