Milan, la proposta di Pioli: “Coppia arbitrale invertita per avere uniformità”

Mister Stefano Pioli, ancora rammaricato per il deludente pareggio in casa contro l’Udinese, ha proposto un cambiamento arbitrale

Tutta la delusione di Stefano Pioli in conferenza stampa dopo Milan-Udinese terminata con il risultato di 1-1. Alla rete del vantaggio siglata nel primo tempo dal solito Rafael Leao, ha risposto nella ripresa un gol clamorosamente segnato con il braccio da Udogie. Il var non ha visto nulla tra l’incredulità generale.

Pioli in Udinese-Milan
Pioli in Udinese-Milan (©LaPresse)

Un Milan che stecca ancora, non riesce ad imprimere il proprio gioco, fatica molto. Arriva il secondo pareggio consecutivo, questa volta in casa. Il terzo di fila contro l’Udinese, dopo quello della scorsa stagione e quello del girone d’andata di quest’annata calcistica. Fa male però il modo in cui è arrivato il gol del definitivo 1-1. Una rete segnata direttamente col braccio da Udogie, che nemmeno ha esultato sapendo di essere in torto.

I replay non lasciano spazio alle interpretazioni. E’ evidente il tocco irregolare del centrocampista dei friulani. Solo il Var Guida non se n’è accorto, dopo aver pure fatto un check. Luca Marelli, ex direttore di gara e attuale opinionista arbitrale di Dazn, è rimasto senza parole, non capendo come sia stato possibile che l’arbitro Marchetti non sia andato alla revisione al monitor. Insomma, l’ennesimo episodio che si ripercuote contro in questa stagione. Pioli è sembrato molto nervoso nel post partita, così come i giocatori che al triplice fischio hanno accerchiato il signor Marchetti. Anche Maldini non le ha mandate a dire, chiedendo all’Aia di inviare arbitri più esperti per le gare del Milan.


Leggi anche:


Pioli: “La mia è una proposta per avere più uniformità di giudizio”

Nella conferenza stampa che si è tenuta dopo il match, Stefano Pioli ha analizzato la gara in maniera dettagliata. Non ha detto cose troppo diverse da quelle che ha riportato a Dazn, ma ha dato uno spunto interessante attraverso l’ultimo argomento da lui trattato. Una vera e propria proposta ufficiosa ai maggiori organi arbitrali.

Ecco cosa ha detto il tecnico rossonero: “Propongo il doppio arbitro in una partita. Due direttori di gara che usino lo stesso metro di giudizio. Mi spiego meglio: oggi, ad esempio, c’era Marchetti in campo e Guida al Var. Nella prossima partita dovrebbe esserci Guida in campo e Marchetti al Var. E così via per tutta la stagione. Una coppia fissa per tutto il campionato. Questo per dare maggiore uniformità alle decisioni arbitrali”.