Kessie, Diaz e Rebic: così non va | Le pagelle dei quotidiani

Kessie, Diaz e Rebic tra i peggiori in campo in Milan-Udinese: i giornali sportivi li bocciano nelle pagelle.

La prestazione della squadra di Stefano Pioli è stata molto deludente ieri a San Siro. Chiaramente non ci può essere un unico colpevole del pareggio, al netto degli errori di arbitro e VAR.

Franck Kessie
Franck Kessie in Milan-Udinese (©LaPresse)

Il Milan non ha giocato affatto bene contro l’Udinese. Sono quasi tutti i calciatori ad aver deluso per la prova offerta in una gara che doveva essere disputata in tutt’altro modo. Dopo il già deludente pareggio contro la Salernitana, era lecito attendersi una reazione. E non c’è stata.

Il gol iniziale di Rafael Leao ha illuso. I ragazzi di Gabriele Cioffi hanno creato vari problemi ai rossoneri, incapaci di trovare la via della seconda rete e poi capitolati, seppur con un gol irregolare. Un vero peccato aver buttato via altri punti preziosi, alla luce anche del pari dell’Inter contro il Genoa.


Leggi anche:


Milan-Udinese: bocciati Kessie, Diaz e Rebic

Sono in pochissimi a salvarsi nella negativa prestazione del Milan contro l’Udinese. Tre calciatori dai quali ci si aspettava molto di più e che hanno certamente deluso sono Franck Kessie, Brahim Diaz e Ante Rebic.

Il centrocampista ivoriano tornava titolare grazie alla squalifica di Sandro Tonali e ha offerto una prova opaca, ormai sembra veramente giocare da ex. È un lontano parente del mediano dominante che abbiamo ammirato nella scorsa stagione.

I quotidiani nelle loro pagelle hanno inevitabilmente bocciato Kessie oggi.

  • La Gazzetta dello Sport: “5. La sua dissociazione dal Milan ci pare evidente. Non è più il Kessie totem di un anno fa, l’albero maestro su cui poggiarsi nelle difficoltà. Tende a defilarsi. Il compitino e va via“.
  • Corriere dello Sport: “5,5. Sottotono da un po’ di tempo. Coadiuvato da un compagno di squadra molto più in fiducia“.
  • Tuttosport: “I tifosi dopo alcuni fischi alla lettura delle formazioni, questa volta lo graziano. Ma lui gioca compassato, senza squilli e senza incidere come dovrebbe“.

Brahim Diaz sembrava in ripresa dopo il Derby e il match di Coppa Italia contro la Lazio, poi è tornato a giocare su livelli mediocri. Anche contro l’Udinese i voti non possono che essere bassi.

  • La Gazzetta dello Sport: “5. Indispone con un tocco di tacco a sprecare un’azione offensiva ariosa, una delle poche. Si perde in ghirigori e crocette, tocchetti e tocchettini che non portano a nulla. L’unico lampo vero è per il pallonetto di Leao“.
  • Corriere dello Sport: “5. Ha voglia di tornare ad essere decisivo, lotta su ogni pallone ma poi perde il contrasto fisico con gli avversari“.
  • Tuttosport: “5. Qualche verticalizzazione interessante all’interno di una partita leggera con inutili preziosismi“.

Rebic entra e si fa subito ammonire. Non riesce a incidere. Continua a esprimersi su standard molto bassi rispetto a quelli ai quali ci aveva abituato nelle passate stagioni e prima dell’ultimo infortunio.

  • La Gazzetta dello Sport: “5. Ci sarebbe materiale per un votaccio tipo 4,5. Perde due palloni molto dolorosi e si fa ammonire per un fallo da isterico“.
  • Corriere dello Sport: “5. Totalmente spaesato e fuori partita“.
  • Tuttosport: “4,5. Entra e il Milan prende gol, poi si fa ammonire e perde due palloni sanguinosi a metà campo“.