Nuovo stadio Milan-Inter, il sindaco di Sesto: “Ecco cosa manca”

Messaggio importante da Sesto San Giovanni, dove il sindaco ribadisce il sì al nuovo stadio di Milan e Inter.

Milan e Inter sperano ancora di riuscire a fare il nuovo impianto sportivo in zona San Siro, però valutano anche altre opzioni. Alcuni rallentamenti non sono stati graditi e adesso i club pensano veramente di lasciare la città di Milano.

Stadio Populous
Nuovo stadio Milan-Inter – Progetto Populous

San Siro rimane la priorità, però le due società iniziano ad essere stanche di vedere frenate e ostacoli. L’amministratore delegato nerazzurro Alessandro Antonello ha parlato in modo chiaro nelle scorse settimane: ci sono delle alternative. Milan e Inter non vogliono andare troppo per le lunghe e vivere nell’incertezza costante.

Un’opzione possibile per la costruzione del nuovo stadio è Sesto San Giovanni. Già in passato si era parlato di questa alternativa e il sindaco Roberto Di Stefano ha già detto sì all’eventualità di vedere realizzato il progetto nel comune da lui amministrato.

Proprio Di Stefano è tornato a parlare dello stadio di Milan e Inter, ribadendo il suo pensiero sull’argomento e spiegando cosa manchi per avviare l’iter: «Mi piacerebbe regalare alla città qualcosa di molto più importante – riporta IlGazzettinoMetropolitano.it – . Per fare una cosa del genere servono tre ok: il primo è quello del Comune, il secondo quello dalle proprietà e il terzo è quello delle squadre. Il Comune ha già dato il suo parere favorevole 5 anni fa, ora manca il resto».

Il sindaco di Sesto San Giovanni conferma che è pronto ad accogliere le due squadre, se loro proprietà e le loro dirigenze decideranno di abbandonare San Siro. Adesso bisognerà capire come si evolveranno le cose con il Comune di Milano, dove il sindaco Giuseppe Sala teme che Milan e Inter lascino la città. Per lui e l’amministrazione sarebbe un problema ritrovarsi con uno stadio semi-inutilizzato e meno milioni nelle casse.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)