Ibrahimovic-Milan, idea contratto “ponte”: cosa significa, i dettagli

Ibrahimovic out per diversi mesi, ma pensa di continuare a giocare: il club rossonero intanto studia l’offerta per il rinnovo contrattuale.

Il futuro di Zlatan Ibrahimovic è ancora incerto. La sua volontà di proseguire la carriera da calciatore c’è, ma lui stesso ha detto che deve stare bene fisicamente. Recentemente si è sottoposto a un intervento chirurgico che sarà decisivo.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic, attaccante in scadenza con il Milan (©Ansa Foto)

Il campione del Milan si è operato al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, che da sei mesi gli dava problemi e lo limitava. Non poteva praticamente allenarsi in gruppo e Stefano Pioli ha dovuto gestire il suo minutaggio in campo. Una situazione tutt’altro che semplice. La prognosi è stimata in sette-otto mesi.

Se tutto va bene, lo svedese potrà tornare in campo a gennaio 2023. Bisognerà vedere come lui e il Milan decideranno di gestirsi a livello contrattuale. L’attuale accordo scade a giugno 2o22 e tra non molto ci sarà un incontro con l’entourage per confrontarsi sull’argomento.

Milan, nuovo accordo con Ibrahimovic

Secondo quanto rivelato dal quotidiano La Repubblica, per Ibrahimovic sarebbe pronto un contratto ponte da poche centinaia di migliaia di euro per coprire la convalescenza e la riabilitazione a Milanello. Il contratto vero poi partirebbe da gennaio 2023, con il ritorno in campo.

Potrebbe essere questa la strada intrapresa dal Milan e dall’entourage di Zlatan, considerando che nel 2022 il calciatore non potrà giocare. Il club è riconoscente allo svedese per quanto fatto da quando ha rimesso piede a Milanello ed è pronto a remunerarlo per i prossimi mesi dell’anno, assistendolo anche nella riabilitazione.

Paolo Maldini in un’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport uscita venerdì scorso ha dichiarato che si è dato appuntamento con Ibrahimovic tra quindi giorni. Sa che lui vuole continuare a giocare e non crede che ci saranno problemi particolare nel trovare un accordo sul nuovo contratto. Non rimane che attendere, sperando che nel frattempo fili tutto liscio tra Elliott e RedBird per la cessione del Milan.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)