Calhanoglu, l’intervista shock costa cara: sanzione in arrivo

L’ex milanista ed oggi numero 20 dell’Inter Hakan Calhanoglu rischia di pagare cara l’intervista fiume rilasciata già ieri.

Ieri sera i media nazionali hanno riportato le dichiarazioni fiume di Hakan Calhanoglu. Il fantasista dell’Inter, con un passato di ben quattro stagioni al Milan, ha fatto molto discutere.

calhanoglu
Hakan Calhanoglu (©LaPresse)

Interpellato dalla tv turca Tivibu Spor, Calhanoglu ha sorpreso tutti con parole quasi scioccanti. Polemico nei confronti del Milan e del suo ex compagno Zlatan Ibrahimovic. Tanto da aver definito il leader rossonero egocentrico, sempre al centro dell’attezione e tutt’altro che determinante per lo Scudetto.

Ma non ha attaccato solo i milanisti ed il suo leader. Calhanoglu quasi inspiegabilmente ha utilizzato termini duri pubblicamente con Simone Inzaghi, suo allenatore nell’Inter.

Inter adirata con Calhanoglu: multa praticamente certa

Il centrocampista turco non ha utilizzato mezze misure nell’incolpare Inzaghi della perdita dello Scudetto, facendo riferimento al derby di ritorno vinto dal Milan 2-1 in rimonta.

“L’Inter è molto più forte del Milan ma quella partita è cambiata al 75′, sull’1-0 per noi, dopo che siamo stati sostituiti io e Perisic. L’allenatore ha contribuito alla sconfitta, gliel’ho anche detto” – ha ammesso candidamente Calhanoglu. Parole che dalle parti di Appiano Gentile non sono state interpretate positivamente.

Secondo la Gazzetta dello Sport, l’Inter non ha affatto gradito l’intervista ed i toni utilizzati da Calhanoglu. Ma anche perché il calciatore turco non aveva avvisato la società di aver rilasciato tali dichiarazioni pubbliche. Una mancanza di stile ma soprattutto un comportamento inadeguato per un professionista.

L’Inter è pronta a sanzionare Hakan: pronta una multa salata per l’ex milanista, il quale si è sempre detto felice di giocare in nerazzurro ma stavolta è caduto in fallo lasciandosi trasportare dall’emotività. Lo stesso Calhanoglu avrebbe poi provato a rettificare: “Alcune mie parole sono state male interpretate: non ho mai criticato nessun allenatore, figuriamoci mister Inzaghi che ritengo un grande e che mi ha voluto fortemente all’Inter e mi ha dato fiducia. Se abbiamo fatto una grande stagione, vinto due trofei, tanto merito è suo”.