Cessione Milan, coinvolti i New York Yankees: il presidente Levine conferma tutto

Randy Levine, presidente dei New York Yankees, conferma l’investimento nell’acquisizione del Milan assieme a RedBird di Gerry Cardinale.

Il Milan a breve cambierà proprietà, passando da Elliott Advisors UK a RedBird Capital Partners. Manca solamente il closing, che sancirà l’effettivo passaggio delle azioni alla società di investimento guidata da Gerry Cardinale.

Randy Levine
Randy Levine (©Ansa Foto)

L’uomo d’affari italo-americano ha messo insieme i soldi necessari per comprare il club. Una parte arriverà da un prestito proprio di Elliott, una pratica non inusuale nel mondo della finanza e che prende il nome di vendor loan. Il resto dei capitali vengono in parte da RedBird e in parte da altri investitori.

Il Financial Times ha rivelato che nell’operazione ci sarebbero coinvolti i New York Yankees, storica squadra di baseball, e il gruppo di private equity Main Street Advisors. Successivamente sono emersi anche altri nomi: Kaiser Permanente, LACERA, Hugh Evans, Ramzi Musallam (comproprietari del fondo Veritas Capital). E ci sarebbe pure l’imprenditore italiano Riccardo Silva con la sua famiglia, unici italiani coinvolti.

New York Yankees investono nel Milan: parla il presidente Randy Lavine

Randy Lavine, presidente dei New York Yankees, ha confermato a Forbes il coinvolgimento della franchigia della Major League Baseball nell’affare Milan: “Abbiamo avuto una relazione molto lunga e di successo con RedBird e crediamo di poter aiutare a far crescere il marchio e la presenza commerciale dell’AC Milan”. Ha dichiarato anche che gli è piaciuto il prezzo del club e il modello di business per la squadra: “Credo in quello che stanno facendo”.

Forbes ha spiegato che tra le idee ci sarebbe l’organizzazione di amichevoli allo Yankee Stadium e la trasmissione di contenuti del Milan sul canale YES. Stando alle indiscrezioni, la Yankee Global Enterprises deterrà circa il 10% delle azioni del club rossonero. YGE rappresenta il sesto impero sportivo più prezioso al mondo, con un valore di 6 miliardi. Controllata dalla famiglia Steinbrenner, possiede il 100% dei New York Yankees e oltre il 25% di YES.