“È un vero fenomeno”, Sacchi lo esalta: che elogio per il top player del Milan

Arrigo Sacchi ha speso parole di elogio per uno dei giocatori di Stefano Pioli dopo Milan-Napoli: un’investitura molto importante.

Il Milan ha perso contro il Napoli a San Siro, ma per gioco e occasioni create la sconfitta appare immeritata. I rossoneri hanno pagato alcuni singoli errori in fase difensiva e in quella offensiva. Stefano Pioli non era affatto felice nel post-partita.

Arrigo Sacchi
Arrigo Sacchi, ex allenatore del Milan (©Ansa Foto)

Al netto delle due disattenzioni fatali nella propria area, il Diavolo avrebbe potuto certamente segnare più gol. È mancata la lucidità necessaria per punire gli avversari, che si sono salvati anche grazie a un ottimo Alex Meret. Con più precisione il risultato sarebbe stato differente.

Le buone azioni non sono mancate, quella che ha portato alla rete del pareggio ha visto Theo Hernandez protagonista di un preciso assist per la conclusione di Olivier Giroud. L’ex Real Madrid con le sue scorribande sulla fascia sinistra ha creato non pochi problemi alla squadra di Luciano Spalletti.

Milan, Arrigo Sacchi esalta Theo Hernandez

Arrigo Sacchi nell’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport ha tessuto le lodi del terzino mancino francese: “Theo Hernandez è proprio un fenomeno. L’azione del gol del pareggio di Giroud è stata meravigliosa”.

Theo Hernandez
Theo Hernandez (©Ansa Foto)

L’ex allenatore ha detto quello che molti pensano di Theo Hernandez, un vero treno sulla corsia sinistra. È straripante a livello fisico, è veloce, sa saltare l’uomo e può servire l’assist oppure calciare direttamente verso la porta. Garantisce un discreto numero di gol e assist ogni stagione, non è affatto male avere quest’arma per Pioli.

De Ketelaere e Saelemaekers non hanno convinto Sacchi

Sacchi ritiene che il Milan avrebbe meritato di vincere e che anche il pareggio gli sarebbe andato stretto. È mancata la concretezza in fase offensiva. A tal proposito, ci sono due giocatori che non hanno impressionato il maestro di Fusignano: “Analizzando le prestazione dei singoli, forse da De Ketelaere mi aspettavo qualcosa di più. E anche Saelemaekers non è stato sui suoi soliti livelli”.

Charles De Ketelaere e Alexis Saelemaekers non lo hanno convinto. Pioli a fine match ha esaltato la prova dell’ex Club Brugge, che ha anche fornito alcuni assist interessanti non sfruttati dai compagni. L’ex Anderlecht aveva iniziato bene, poi effettivamente è mancato in lucidità e precisione negli ultimi 20-25 metri.