Milan agli ottavi di Champions, quanti soldi vale la qualificazione: le cifre

Il club rossonero guadagna un bel gruzzoletto di soldi in questa edizione della Champions: il passaggio agli ottavi migliora ulteriormente i ricavi.

Il Milan ha raggiunto il suo primo obiettivo della stagione 2022/2023. Sconfiggendo 4-0 il Salisburgo a San Siro ha ottenuto l’accesso agli ottavi di finale della Champions League. Si tratta di un traguardo che mancava dall’edizione 2013/2014 della competizione e che lo scorso anno era fallito perché la squadra fu sorteggiata in un girone di ferro nel quale finì ultima.

Milan Salisburgo
Milan-Salisburgo (©Ansa Foto)

Lunedì ci saranno i sorteggi del prossimo turno e i rossoneri hanno la possibilità di prendere una tra le seguenti avversarie: Real Madrid, Bayern Monaco, Manchester City, Benfica, Tottenham o Porto. Ovviamente non può incontrare né il Chelsea, già affrontato nel gruppo E, e neppure un’altra italiana (Napoli).

In ogni caso, per il Diavolo la qualificazione agli ottavi rappresenta un grande step del percorso di crescita. Chiaramente la speranza è quella di avere un’urna favorevole e di poter andare anche ai quarti, però c’è la consapevolezza che in Europa tutti i match sono difficili e anche un sorteggio “benevolo” metterà comunque i ragazzi di fronte a una rivale impegnativa.

Champions League: i dettagli sui ricavi del Milan

La qualificazione agli ottavi di Champions League è importante non solo da un punto di vista sportivo, ma anche economico ovviamente. Come spiegato dai colleghi di calcioefinanza.it, grazie a questo traguardo il Milan mette nelle proprie casse altri 9,6 milioni di euro e avrà una quota maggiore del market pool. Inoltre, va considerato anche c’è la possibilità di disputare un’altra partita a San Siro ed essa può permettere di ricavare tra i 6 e i 7 milioni dal botteghino.

Per il solo accesso all’edizione 2022/2023 della competizione il club ha guadagnato 15,64 milioni, mentre grazie al ranking storico ne porta a casa altri 14,8. Per quanto riguarda il market pool, la prima parte vede i rossoneri introitare 8 milioni. Per la seconda parte, la cifra minima grazie al passaggio del turno è di 4 milioni. Da non dimenticare il bonus per i risultati della fase a gironi: altri 9,33 milioni.

Sommando bonus partecipazione, ranking storico, market pool 1, market pool 2, bonus risultati, bonus qualificazione agli ottavi si arriva a 61,36 milioni dai quali detrarre i 2 milioni di multa per le violazioni al Fair Play Finanziario. Quindi un totale di ricavi da 59,36 milioni.

La cifra può aumentare grazie alla seconda parte di market pool e se il Milan dovesse andare ulteriormente avanti in Champions League. Vedremo che sorteggio ci sarà intanto per gli ottavi.