Destro esulta con Alex e Paletta (getty images)
Destro esulta con Alex e Paletta (getty images)

Una serata dall’esito inaspettato per tornare a sperare. Non tanto per il Milan, che visti i risultati di ieri in campionato e le vittorie di Inter, Samp e Fiorentina, resta quasi impossibilitato a trovare una clamorosa qualificazione europea. Più che altro per i protagonisti in campo contro la Roma, in particolare gli autori dei gol Marco Van Ginkel e Mattia Destro, due anime in difficoltà che sono letteralmente risorte nel match di sabato sera.

 

Come scrive la Gazzetta dello Sport, per entrambi è stata una serata di rilancio personale dopo mesi di discussioni e poche convinzioni. Van Ginkel si è presentato a Milanello come talento in erba, ma con caratteristiche più da ‘pensatore’ in mezzo al campo, mentre alla squadra di Inzaghi serviva qualcuno che mettesse gamba e forza per non restare schiacciato. Nelle ultime settimane l’olandese si è cominciato a svegliare, aiutato dai tanti forfait a centrocampo. Il gol di sabato lo ha esaltato, ma il futuro resta incerto: il Milan potrebbe rinnovare il prestito per un anno, il Chelsea ci vuole pensare. Nel mezzo c’è il giovane Marco, che vuole giocare con continuità.

 

Una serata ancor più particolare per Mattia Destro: gol da ex alla Roma, dedica al nonno scomparso e quella maledizione del numero 9 rossonero mai decisivo che si interrompe con il terzo centro stagionale. La sua media-reti è sempre stata ottimale, il Milan forse sbaglierebbe a non puntare su di lui anche per il futuro. Troppi i 16-17 milioni chiesti dalla Roma per riscattarlo, probabile un nuovo prestito o uno sconto richiesto da Adriano Galliani. Il bomber marchigiano ha tre partite per segnare e convincere vecchi e nuovi proprietari a puntare su di lui.

 

Redazione MilanLive.it