Summit Raiola-PSG in Qatar: si tratta la rescissione di Ibrahimovic

Ibrahimovic con Galliani, Berlusconi e Raiola (getty)
Ibrahimovic con Galliani, Berlusconi e Raiola (Getty Images)

Il Milan vuole costruire un grande attacco, questo è l’input dato da Silvio Berlusconi che intende avere a disposizione tre grandi centravanti per poter segnare più gol possibili. Jackson Martinez sembra ormai ad un passo, mancano le visite mediche e la firma del contratto che stanno ritardando solo per il fatto che il giocatore si trova in Cile a disputare la Copa America con la Colombia, ma in settimana il dottor Rodolfo Tavana dovrebbe raggiungerlo assieme al direttore sportivo Rocco Maiorino.

 

L’altro importante obiettivo è Zlatan Ibrahimovic. Il Paris Saint Germain per bacca del presidente Nasser al Khelaifi ha smentito la cessione dell’attaccante svedese, ma le sue sono sembrate a molti delle parole di facciata. Il Corriere dello Sport spiega che Mino Raiola domani volerà in Qatar per trattare con la proprietà del club parigino la rescissione del contratto, che scade a giugno 2016. L’operazione non si presenta affatto semplice. Il PSG non è allettato dall’idea di cedere gratuitamente un giocatore che in tre anni ha segnato 106 gol in 129 presente totali tra Ligue, coppe nazionali e Champions League. Va verso i 34 anni ed ha un ingaggio da ben 15 milioni di euro netti all’anno, ma i francesi non la daranno facilmente vinta al Milan.

 

Redazione MilanLive.it