Bee Taechaubol (foto dal web)
Bee Taechaubol (foto dal web)

La data dell’arrivo di Bee Taechaubol c’è, quella per il termine ultimo del ‘closing’ anche. L’affare tra Fininvest ed il broker thailandese è agli sgoccioli, visto che Bee domani volerà fino a Milano per concludere la tanto attesa e chiacchierata situazione che lo porterà ad acquisire il 48% delle quote rossonere in cambio di un investimento vicino ai 485 milioni di euro. Un passaggio storico in casa Milan, visto che dopo quasi trent’anni la famiglia Berlusconi non sarà più proprietaria unica del club.

 

La Gazzetta dello Sport parla di problemi risolti tra Bee e Fininvest per le garanzie bancarie, anche perché nelle ultime ore l’uomo d’affari si è consultato con i suoi advisor e partner ottenendo risposte positive sull’investimento. Il viaggio verso Milano è la conferma di un affare che andrà in porto entro la scadenza del 3 agosto prossimo, con Silvio Berlusconi ormai convinto da tempo ad affidare parte delle sue quote al mercato orientale. Ieri ad Arcore è andata in scena la classica riunione di famiglia, con la conferma della chiusura a breve termine della trattativa.

 

Intanto piovono grande dal lato di Doyen Sports, che nonostante la fine dell’idillio con Adriano Galliani per il mercato internazionale resta sempre advisor tecnico di Mr. Bee; la società di Nelio Lucas ha ricevuto una batosta dal Tribunale di Bruxelles, che ha confermato l’impossibilità di detenere parte dei cartellini di calciatori e tesserati. La Fifa è soddisfatta della sua battaglia contro le TPO, mentre Doyen e Bee lo sono un po’ meno. Difficile che il Milan si metta di nuovo a lavorare fianco a fianco con questa società.

 

Redazione MilanLive.it