Sinisa Mihajlovic & Silvio Berlusconi (foto dal web)
Sinisa Mihajlovic & Silvio Berlusconi (foto dal web)

Una cena informale e rapida ad Arcore, iniziata due giorni fa alle ore 20 ed un’ora e mezza dopo si era già al caffè. Un incontro programmato quello tra Silvio Berlusconi e Sinisa Mihajlovic, alla presenza ovvia anche dell’amministratore delegato Adriano Galliani. Nessuna critica, nessuna discussione sulle ultime prestazioni deludenti del Milan. I vertici rossoneri hanno rinnovato la fiducia al tecnico serbo, che ha cominciato da neanche tre mesi la sua avventura nel club.

 

Ma secondo la Gazzetta dello Sport di oggi, Berlusconi nasconderebbe una certa insoddisfazione; non è affatto contento delle prime prove dei suoi, soprattutto dopo un mercato molto dispendioso da parte sua, con circa 86 milioni di euro sborsati e nuovi contratti onerosi sul bilancio della società. Il Cavaliere pretende migliorie tattiche e un gioco brillante, con un Milan che torni a lottare, obbligatoriamente, per entrare in Champions League dopo due anni di assenza.

 

Lo scorso anno, al primo ko contro la Juventus, Berlusconi tuonò contro l’allora tecnico Pippo Inzaghi: “Io a Milanello? E’ inutile, tanto non ascoltano i miei consigli“. Oggi, dopo il ko di Firenze e la vittoria immeritata sull’Empoli, il presidente preferisce non commentare. Sa che Mihajlovic è allenatore esperto e dai modi duri e preferisce lasciare la parola al campo ed ai nuovi metodi del serbo a cui è stata data fiducia assoluta.

 

Redazione MilanLive.it