M'Baye Niang e Andrea Barzagli (©getty images)
M’Baye Niang e Andrea Barzagli (©getty images)

L’attesa sta per finire, i sorrisi e le buone intenzioni sono tornate ad essere immagini concrete per M’Baye Niang, che ha attraversato una stagione davvero particolare. I postumi dell’operazione al piede subita un anno fa ai tempi del Genoa, poi il rientro lampo in squadra, facendo sognare il Milan a suon di gol e grazie ad un’intesa superba con Carlos Bacca. Poi quell’infortunio alla caviglia capitato in modo davvero singolare.

Era la notte tra il 27 e il 28 febbraio, dopo Milan-Torino il giovane centravanti francese andava a schiantarsi fuori strada con la sua automobile sportiva a causa della pioggia battente. Nessun danno grave, ma un responso tremendo per il campo: lesione della caviglia, operazione necessaria in Olanda e almeno due mesi di stop assoluto. Ora Niang ha superato l’ennesimo guaio muscolare della sua giovane carriera ed è pronto a riprendersi il Milan e il posto da titolare, come confermato ieri nell’intervista ricca di ottimismo rilasciata al canale tematico rossonero.

La Gazzetta dello Sport riporta alcune sue dichiarazioni, piene di carica in vista delle ultime due gare stagionali: “Ho cercato di lavorare duro per tornare al meglio per la finale di Coppa Italia, sto lavorando per questo obiettivo. Con la Roma è importante perché vogliamo arrivare sesti. Non dobbiamo dimenticare che siamo il Milan. In questo campionato abbiamo messo in difficoltà grandi squadre come Juventus e Inter. La Coppa Italia? Sono 13 anni che il Milan non va in finale, dovremo fare di tutto per riportare la coppa a Milano”. La promessa finale di Niang, una speranza per tutti i suoi tifosi.

 

Redazione MilanLive.it