Premium – Milan, preso Biglia. In attacco tentativo Aubameyang, poi Belotti

Andrea Belotti
Andrea Belotti (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Rossoneri attivissimi sul mercato. Massimiliano Mirabelli ha chiuso praticamente in via ufficiale per il terzo acquisto, Ricardo Rodriguez. Il terzino svizzero si è sottoposto oggi alle visite mediche e ha rilasciato le sue prime dichiarazioni. Ma il Milan non può e non vuole fermarsi qui.

Nella serata di ieri è arrivata la conferma relativamente all’accordo con Claudio Lotito per Lucas Biglia. Raggiunto l’accordo con la Lazio. I colleghi di Premium Sport, in merito, hanno riferito che nelle casse biancocelesti entreranno 22 milioni di euro subito, più 3 di bonus. Il 31enne centrocampista al momento è in tournée con la nazionale argentina e, al suo rientro, potrebbe già sottoporsi alle visite mediche.

Calciomercato Milan, preso Biglia. Caccia all’attaccante: prima tentativo per Aubameyang, poi Belotti

Sistemata la difesa con Mateo Musacchio e Ricardo Rodriguez e il centrocampo con Franck Kessié e il sopracitato Lucas Biglia (anche se non sono da escludere nuovi arrivi nei due reparti), adesso è partita la caccia all’attaccante. Abbandonata la pista che porta ad Alvaro Morata, sul quale si è ufficialmente fiondato il Manchester United che ha offerto 60 milioni di euro. Real Madrid che ha rifiutato la prima proposta di José Mourinho, ma si potrebbe chiudere a 80-90 milioni.

Il direttore sportivo rossonero sta sondando diversi nomi per l’attacco, ma la ricerca si è sostanzialmente ridotta a due nomi. Il primo è quello di Pierre-Emerick Aubameyang, sul quale però sembra ormai deciso il suo trasferimento al PSG secondo la Bild. Inoltre l’ex rossonero percepisce circa 10 milioni di euro di stipendio, cifra al momento proibitiva per le casse rossonere. Il nome più concreto per l’attacco a questo punto è Andrea Belotti. Un sogno fino a pochi mesi fa, ma che adesso potrebbe anche realizzarsi con la giusta offerta. Il Torino vorrebbe una cifra quanto più vicina ai 100 milioni della clausola fissata (valevole però solo per l’estero). Il Milan dal canto suo potrebbe proporre diverse contropartite tecniche per abbassare quanto possibile la cifra cash da sborsare.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it