Debito Milan, per il rifinanziamento spunta il fondo Highbridge

Casa Milan
Casa Milan (foto Instagram)

NEWS MILAN – In casa rossonera sono settimane calde su più fronti, sia quello sportivo che quello societario. Infatti, se in campo la squadra di Vincenzo Montella è impegnata nella rimonta in campionato, fuori c’è una società immersa in altre questioni importanti.

Uno dei temi più rilevanti riguarda il rifinanziamento del debito con Elliott Management Corporation. Com’è risaputo, il Milan deve restituire circa 123 milioni di euro più interessi e la controllante Rossoneri Sport Investment Lux altri 180 più interessi. Un totale da oltre 300 milioni più una cinquantina di interessi da rimborsare entro ottobre 2018, altrimenti le azioni del club finirebbero nelle mani del fondo americano guidato da Paul Singer.

News Milan, il fondo Highbridge per rifinanziare il debito

Il Milan ha dato mandato all’advisor BGB Weston per trovare entro 8 settimane un soggetto finanziario che si impegni a subentrare a Elliott come creditore, concedendo maggiore tempo e a interessi più bassi per restituire la somma. Si parla di cinque anni come scadenza ideale.

Dalle news Milan de Il Sole 24 Ore emerge che il fondo Highbridge sarebbe in contatto con BGB Weston per studiare il rifinanziamento del debito rossonero. Questa società ha sede a Londra e a Hong Kong e una partnership strategica con la banca internazionale Jp Morgan. E’ presto per dire se sarà questo il soggetto che accetterà di sostenere l’operazione.

Come sottolinea il giornalista Carlo Festa, si tratta di un affare complicato. Le discussioni con Goldman Sachs non avrebbero portato i frutti sperati, mentre Merril Lynch sarebbe favorevole a rifinanziare solamente il debito del Milan. In casa rossonera cercano qualcuno che rifinanzi tutto. Nel piano sarebbe anche previsto l’ingresso di un socio di minoranza nella Rossoneri Sport Investment Lux, anche se pure questa operazione è tutt’altro che semplice. Vedremo se Yonghong Li e Marco Fassone troveranno le opportune soluzioni per il futuro.

 

Redazione MilanLive.it