Alessio Romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

MILAN NEWS – Periodo tutt’altro che positivo per i rossoneri in queste ultime settimane, in particolare per la sconfitta contro il Benevento e per i deludenti pareggio contro Sassuolo e Torino. Oggi conferenza stampa per Gennaro Gattuso, il quale ha parlato di moltissimi argomenti.

Nel corso della lunga intervista, il mister si è soffermato sugli infortunati. L’ultimo ad essersi aggiunto alla lista è Lucas Biglia, il quale ha riportato la frattura di due vertebre lombari durante il match di sabato scorso. Le possibilità che l’argentino recuperi per il finale di stagione, precisamente per la finale di Coppa Italia contro la Juventus del 9 maggio sono ridotte al minimo, anche se da alcune indiscrezioni è parso sembrare che il centrocampista potesse tentare il clamoroso recupero: “Se stiamo dietro a Biglia per spirito e mentalità… già voleva fare la bici. Non dobbiamo fare sciocchezze. È un infortunio serio, non facciamoci portare fuori binario dal suo entusiasmo. Se lo ascoltiamo possiamo fargli del male. Ha voglia e senso d’appartenenza, ma dobbiamo fare le robe per bene”. 

Altro infortunato, ma da diversi giorni ormai, è Alessio Romagnoli, uscito dopo pochi minuti l’inizio di Milan-Sassuolo. Il difensore centrale rossonero era probabilmente il giocatore con il rendimento più alto della squadra (poco più o al pari del sopracitato Biglia). La speranza di tutti i tifosi rossoneri, in primis dello stesso Gattuso, è quella di averlo per la Coppa Italia. Questo il suo commento in merito: “Romagnoli da 4 giorni ha fatto la visita e corre e alza i ritmi. Settimana prossima farà solo sedute atletiche. Poi lo rivalutiamo e vediamo. Finale? Al momento va bene, lo valutiamo settimana prossima”.

Chi invece ha recuperato dal recentemente infortunio è Hakan Calhanoglu, il quale domani salvo sorprese dovrebbe rientrare nella probabile formazione di Bologna-Milan: “Hakan ha caratteristiche come nessuno in rosa. Viene da un piccolo problema di infiammazione al tendine rotuleo. Ci aiuta molto, ma non c’è bisogno solo di lui. Devo ritrovare tutta la squadra, non i singoli”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it