Leonardo
Leonardo (foto AC Milan)

CALCIOMERCATO MILAN – “I tanti infortuni sono stati anche un problema di sfortuna, a ci siamo rafforzati a livello mentali, tutti stiamo dando di più in questo momento difficile”. Parola di Rino Gattuso, che riesce a cogliere il bicchiere mezzo pieno anche in situazioni complicate come questa.

Il Milan dovrà fare a meno di tre assoluti titolari (Biglia, Caldara e Musacchio) che rivedrà addirittura nel 2019. Bonaventura indisponibile da diverse settimane, Calabria out nelle ultime tre partite, per non parlare dei vari pesanti acciacchi di Kessié, Calhanoglu e per ultimi Higuain (domani titolare contro la Juventus) e Cutrone. Tutte queste assenze costringeranno il Milan ad intervenire pesantemente sul mercato già a gennaio: non basterà l’arrivo già programmato di Lucas Paquetà. Servirà almeno un rinforzo per ruolo: Leonardo e Maldini lo sanno bene, ne sono consapevoli, e sono già alla ricerca di potenziali acquisti da regalare a Gattuso nella finestra invernale di mercato.

Calciomercato Milan, 3 acquisti a gennaio: uno per reparto

Difficile, alla luce degli ultimi infortuni, definire quale sia la prima necessità di questo Milan in termini di giocatori. Certamente quel che preoccupa da tempo, al di là dell’infortunio di Biglia, è il centrocampo: manca un mediano davanti la difesa, considerando che Tiémoué Bakayoko – nonostante le ultime incoraggianti prestazioni – non dà assolute certezze. In generale l’idea del Milan, escluso Paquetà, è di fare un acquisto per reparto durante la finestra invernale.

CENTROCAMPO – Il nome in cima alla lista dei desideri è Leandro Paredes dello Zenit San Pietroburgo, ex Roma, valutato non meno di 30 milioni di euro. Denis Suarez però è il nome più concretamente fattibile: centrocampista del Barcellona, sin qui scartato da Valverde. Da tenere d’occhio anche l’ultima idea del Milan: Lobotka del Celta Vigo. Altri nomi per il centrocampo sono Stefano Sensi del Sassuolo e Aaron Ramsey dell’Arsenal, sul quale ad insistere sarà direttamente Ivan Gazidis che dall’1 dicembre sarà il nuovo direttore sportivo del Milan.

DIFESA – L’infortunio di Mateo Musacchio, e la paura di fare affidamento agli unici due centrali in rosa (Zapata e Romagnoli), costringe il Milan a pensare anche ad un difensore centrale d’esperienza: Benatia è un’idea concreta da poter imbastire con la Juventus, facendo leva sulla voglia del marocchino di lasciare i bianconeri dove trova poco spazio. Attenzione anche al brasiliano Rodrigo Caio, che però fornisce meno garanzie nell’immediato dello juventino sopracitato.

Per ulteriori approfondimenti sulle ultime news di calciomercato MilanCLICCA QUI!

ATTACCO – Infine il problema attacco: l’idea di passare ad un modulo con 2 punte, costringe il Milan e Gattuso a far giocare contemporaneamente gli unici due centravanti veri in rosa, Cutrone-Higuain. Considerando che Castillejo non può essere considerato un’alternativa stabile da falso nove, la necessità di acquistare un altro attaccante è altissima: anche qui i nomi sono due, Ibrahimovic e Pato. Due ritorni, sul quale però restano molti dubbi e perplessità. Vedremo se da qui alle prossime settimane, com’è probabile che accada, arriveranno nuove indiscrezioni su altri attaccanti per rinforzare il reparto offensivo.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it