Donnarumma-Piatek-Suso: Milan, Europa League ok. Juve, tocca a te

Milan-Frosinone
Milan-Frosinone (foto MilanLive.it)

MILAN FROSINONE – Il Milan aveva un obiettivo: vincere. E così è stato. Battuto il Frosinone a San Siro 2-0: in gol Krzysztof Piatek e Jesus Suso. Rossoneri in Europa League aritmeticamente, ma gli occhi sono al quarto posto e a Juventus-Atalanta.

Il Frosinone è già retrocesso e il Milan ha mille motivazioni per vincere. Ma a vedere l’inizio partita sembra esattamente il contrario. I ciociari fanno capire subito di non essere venuti a San Siro in gita e insidiano la difesa rossonera. Suso e Calhanoglu sembrano gli unici ad aver capito l’importanza del match e provano a muovere la palla. Dopo 5’, c’è un’occasione per Borini, nata dall’inserimento del turco e dall’assist dello spagnolo, ma il tiro dell’11 è centrale. Il Milan ha in mano il pallino, ma è il solito possesso inutile. Krzysztof Piatek fa una fatica enorme a toccare palloni. E quando lo fa, sbaglia sempre qualcosa. Con il passare dei minuti la prestazione dei rossoneri migliora, ma non di molto. A rendersi pericoloso è Bakayoko con un sinistro smorzato al volo che sfiora il palo. Qualche occasione anche dall’altra parte, con Ciano minaccia numero uno. Ma Donnarumma non si sporca mai i guantoni. Un brutto primo tempo.

Il secondo tempo è tutta un’altra partita. Squadre più lunghe, ritmo più alto. Abate sbaglia il tempo e commette fallo in area: calcio di rigore. Ciano dagli undici metri cerca l’incrocio, ma invece trova Gigio. Che tiene in vita il Milan. Anzi, lo carica. E Gattuso aumenta il peso offensivo inserendo Cutrone per Bakayoko. Pochi minuti dopo Borini sbaglia l’ennesimo gol. Ne passano altri dieci e ancora Borini ha sul destro una buona palla: lui tira, ma diventa un assist per Piatek che si muove alla perfezione e mette in rete. Il Milan è in vantaggio. Un gol che sblocca il risultato, ma anche la testa dei giocatori, che ora giocano con maggior fiducia. Al 66’ Jesus Suso raddoppia con una prodezza da calcio piazzato. Per non farsi mancare nulla, Donnarumma compie un altro miracolo su Valzania a cinque minuti dalla fine.

MILAN-FROSINONE, LE FORMAZIONI UFFICIALI DEL MATCH

SAN SIRO APPLAUDE ABATE: CORI E STRISCIONI. E LUI SI COMMUOVE – VIDEO

MILAN-FROSINONE: TABELLINO, VOTI E PAGELLE DEL MATCH

Serie A, Milan-Frosinone: cronaca e risultato del match