Home Milan News Milan, l’UEFA aspetta il TAS: ecco lo scenario

Milan, l’UEFA aspetta il TAS: ecco lo scenario

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:25

News Milan, nessuna sentenza UEFA: si aspetta il TAS di Losanna prima.

UEFA Nyon
(foto UEFA)

Quella di ieri doveva essere la giornata della sentenza UEFA sul caso Milan, ma una sentenza non c’è stata. La Camera Giudicante ha comunicato la sospensione del procedimento inerente le violazioni del Fair Play Finanziario nel triennio 2015-2018.

A Nyon hanno deciso di rinviare il giudizio fino a quando non si sarà espresso il TAS di Losanna sul ricorso rossonero riguardante le sanzioni del triennio 2014-2017. Ricordiamo, infatti, che il club aveva annunciato il ricorso dopo essere stato sanzionato a dicembre 2018 con multa da 18 milioni, lista ridotta due anni per le competizioni europee, obbligo di raggiungimento del break-even per giugno 2021 pena l’esclusione per un anno dalle coppe. Tuttavia, l’udienza presso il Tribunale Arbitrale dello Sport non è mai stata calendarizzata e ancora non risulta fissata una data.

-> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle ultime news MilanLEGGI QUI.

News Milan, cosa succederà con UEFA e TAS?

Secondo La Gazzetta dello Sport, la partecipazione del Milan alla prossima Europa League è abbastanza sicura. Tra TAS e UEFA dovrebbero esprimersi con tempistiche da record per risolvere la vicenda a breve. Lo scenario potrebbe cambiare se arrivasse la richiesta per una procedura d’urgenza. In tal caso a Losanna farebbero un’accelerata. Toccherà al club decidere se attivare o meno questa opzione.

Uno degli scenari sul tavolo racconta di due procedimenti che alla fine potrebbero venire unificati davanti al TAS. Il Milan ha l’obiettivo di spostare dal 2021 al 2022 la scadenza per il rispetto del break-even (-30 milioni massimo di passivo a bilancio). In ogni caso, il prossimo calciomercato estivo non sarà caratterizzato da investimenti esagerati. Il club dovrà operare in maniera equilibrata, cercando di rinforzarsi senza fare “follie”. Ci dovrà essere un equilibrio tra spese e ricavi nella campagna acquisti-cessioni. Paolo Maldini e i suoi collaboratori dovranno essere molto abili nelle trattative.

 

Redazione MilanLive.it