Il centrocampista rossonero Franck Kessie vanta diverse richieste dalla Premier League. Il Milan deve decidere il da farsi

rigore kessie milan lazio
Il rigore di Franck Kessie (©Getty Images)

Acquisti utili e non costosissimi ma anche alcune cessioni importanti che serviranno ad allentare la morsa del Fair Play Finanziario in proeizione futura.

Questo il piano estivo del Milan sul mercato, con i rossoneri che oltre a valutare alcuni rinforzi (due dei quali già ufficiali) starebbero anche pensando ad un sacrificio importante e doloroso in uscita. Si è parlato spesso di Gigio Donnarumma come un eventuale pezzo pregiato da vendere ai migliori offerenti, ma non è da escludere che sia un altro titolare a lasciare Milanello forzatamente.

Milan, ora le cessioni: sirene per André Silva, Castillejo e Borini

Calciomercato Milan, Kessie ed il richiamo dalla Premier League

Il calciatore in questione sembra essere, almeno secondo le rivelazioni di Sportmediaset, il centrocampista ivoriano Franck Kessie. Il duttile mediano classe ’96 ha convinto in maniera alternata durante l’ultima stagione di Serie A e a livello comportamentale è stato ripreso più volte, tra litigi con i compagni e sfottò evitabili.

Il Milan potrebbe pensare seriamente di mettere sul mercato l’ex Atalanta, in particolare per due motivi: in primis si sta lavorando ad una rivoluzione del centrocampo basata su qualità e piedi buoni a scapito della fisicità e dei muscoli. In secondo luogo sono ormai noti alcuni sondaggi concreti provenienti dall’Inghilterra per Kessie, che è finito sul taccuino di 2-3 club della Premier League.

La società rossonera intanto fa il prezzo: serviranno almeno 30 milioni di euro per lasciar partire Kessie, acquistato due anni fa dall’Atalanta per una cifra complessiva intorno ai 28 milioni. Gli arrivi di Krunic e Bennacer ormai certi e quello probabile di un terzo centrocampista come Veretout o Praet sembrano suggerimenti evidenti per un possibile addio dell’ivoriano entro agosto prossimo.

Theo Hernandez, l’ex allenatore: “Talento impressionate, ma deve maturare”

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it