Scopriamo chi è in particolare Matias Zaracho, l’ultimo talento visionato dal Milan che potrebbe arrivare direttamente dall’Argentina

Matias Zaracho
Matias Zaracho (Getty Images)

Talento, qualità e buon gioco palla al piede. Il Milan firmato Marco Giampaolo deve puntare a schemi ben precisi ed a mostrare un gioco bello da vedere e molto produttivo.

Per farlo ha bisogno però dei giusti interpreti, calciatori che soprattutto in mezzo al campo e nelle zone nevralgiche sappiano far girare il pallone, muoversi negli spazi e non dare punti di riferimento precisi ai propri avversari. Come ha detto Giampaolo in conferenza stampa, serviranno calciatori di qualità assoluta.

Milan, occhi su Depay: il Lione lo valuta 40 milioni

Matias Zaracho, la carriera del classe 1998 argentino

Uno dei calciatori sui quali il Milan potrebbe seriamente puntare, secondo gli ultimi rumors odierni, per dare maggiore qualità al proprio gioco è Matias Zaracho. Si tratta di un fantasista argentino classe ’98 che sta ben figurando con la maglia del Racing Club di Avellaneda.

Proprio al Racing il giovane talento ha affidato sinora tutta la sua carriera: cresciuto nel settore giovanile della squadra bianco-celeste, Zaracho ha esordito con i ‘grandi’ il 17 dicembre 2016 nel match perso 1-0 contro l’Unión Santa Fè. Nell’ultima stagione il trequartista ha giocato 23 gare e segnato tre reti nel campionato argentino.

Punto fisso della Nazionale albiceleste Under 20, Zaracho ha talmente impressionato i selezionati da essere stato convocato dall’Argentina maggiore nell’ultimo anno, esordendo ufficialmente nell’amichevole di marzo contro il Marocco a 21 anni appena compiuti.

Zaracho, le caratteristiche: un fantasista che sa fare tutto

Cresciuto nel vivaio da cui sono spuntati giovani talenti argentini come  Centurion, Zuculini, De Paul, Vietto e Lautaro Martinez, il trequartista Zaracho è un calciatore brevilineo ma molto forte fisicamente. Un ‘toro’ di qualità insomma, che nelle ultime stagioni si è alternato nei ruoli di fantasista centrale dietro le punte o di esterno destro offensivo.

In carriera però, soprattutto nelle giovanili del Racing, Zaracho si è adattato anche in altri ruoli più di contenimento, come il mediano davanti alla difesa o la mezzala. Una duttilità tattica che può far comodo al Milan di Giampaolo, alla ricerca di jolly per il proprio centrocampo.

Destro naturale, buon piede e capacità di inserimento e corsa. Tutte caratteristiche ideali che sembrano aver convinto il Milan a trattare con Diego Milito, ex stella dell’Inter e oggi direttore generale del Racing.

Milanello, Cutrone ha raggiunto il ritiro – FOTO