André Silva-Monaco, la chiave è Pellegri: la situazione

Il Milan spera di riaprire la trattativa con il Monaco per la cessione di André Silva, ma può farlo solo inserendo anche un altro giocatore nell’affare

Andre Silva Sevilla AC Milan
André Silva (©Getty Images)

Ieri la dirigenza del Monaco ha fatto chiarezza: il trasferimento nel Principato di André Silva non è saltato per i presunti problemi al tendine dell’attaccante portoghese.

Il vero problema sarebbe il mancato accordo economico tra il centravanti del Milan e lo stesso Monaco, visto che il club monegasco pare avesse offerto un contratto giudicato poco conveniente né allettante da Silva e dal suo entourage. La trattativa al momento è bloccata, ma il Milan spera di poterla in qualche modo riaprire.

Tuttosport – André Silva-Monaco saltata per problemi d’ingaggio

Silva-Monaco, trattativa riaperta grazie ad un altro attaccante?

Dura dunque per il Milan riuscire a cedere Silva, calciatore che a bilancio annuale costa circa 3,7 milioni di euro lordi alle casse rossonere. A meno che, come riporta anche il Corriere della Sera, non venga inserito un nuovo elemento nella trattativa che potrebbe anche sbloccare il tutto.

Si tratta del giovane bomber Pietro Pellegri, italianissimo classe 2001 e cresciuto nel Genoa, che da un anno circa fa parte della rosa del Monaco che lo ha acquistato spendendo ben 31 milioni di euro. Uno degli attaccanti più interessanti del panorama calcistico europeo potrebbe diventare la chiave per riaprire l’affare Monaco-André Silva.

L’inserimento dunque nell’affare di Pellegri potrebbe far contenti tutti: il Monaco abbasserebbe l’esborso economico da girare al Milan, che a sua volta si libererebbe di un peso come Silva e acquisterebbe in sostituzione un giovanissimo calciatore già cercato in passato, magari da utilizzare come vice-Piatek in attacco. Una soluzione al momento soltanto teorica e non così concreta, ma di certo potrebbe essere l’ideale per sbloccare il mercato del Milan in uscita ed in entrata.

Manchester United-Milan, Laxalt out: motivo e scenari di mercato