Suso resta e Correa può ancora arrivare. Il Milan lavora per mettere a disposizione di Giampaolo un attacco di altissima qualità. Ma per l’argentino non ci saranno rilanci.

suso manchester united milan
Jesus Suso (foto acmilan.com)

Siamo a Ferragosto e il calciomercato del Milan è ancora in fase di stallo, forse apparente. In via Aldo Rossi si lavora a fari spenti, senza sosta, con l’obiettivo di completare la rosa con un colpo importante in attacco.

I rossoneri hanno investito 25 milioni finora per Rafael Leao ma non basta: Paolo Maldini vuole dare a Marco Giampaolo una seconda punta più pronta, di grande qualità, ma solo alle proprie condizioni. Angel Correa è l’obiettivo numero uno come ormai vi raccontiamo da tempo. Stando alla Gazzetta dello Sport, sono stati fatti dei passi avanti nelle ultime ore ma soprattutto: si può chiudere subito, senza per forza attendere una cessione.

L’agente di Correa vedrà l’Atletico

L’agente del numero dieci dell’Atletico Madrid sarà in Spagna: medierà fra i club per provare a ridurre la forbice (molto ampia) fra domanda e offerta. Ricordiamo le cifre: il Milan continua a proporre 40 milioni più bonus, mentre la richiesta è di circa 50 milioni. Stando a Sky Sport, la società rossonera non farà rilanci. Il procuratore comunicherà questa presa di posizione ai Colchoneros presto.

Per la rosea ci sono i presupposti per chiudere positivamente la trattativa e senza per forza la cessione di André Silva. In realtà per un investimento di 40 milioni per Correa un’uscita è fondamentale. Il Milan finora ha operato con grande oculatezza fra acquisti e cessioni e intende continuare a farlo fino alla fine del mercato. Allo stesso tempo, c’è l’obiettivo di accontentare l’allenatore. E va proprio in questo senso la decisione, almeno per il momento, di togliere Jesus Suso dal mercato (ammesso che ci sia stato davvero).

Cesena-Milan: dove vedere l’amichevole in diretta tv e streaming

Suso verso la permanenza

L’allenatore ha detto pubblicamente di voler trattenere lo spagnolo perché lo ritiene perfetto per il ruolo di trequartista. E infatti ha ragione lui. Nelle varie amichevoli Suso ha fornito delle ottime prestazioni, in particolare contro Manchester United e Feronikeli (due gol e un assist complessivi). Stando alla Gazzetta dello Sport, dopo aver ponderato la situazione (e in assenza totale di offerte superiori ai 30 milioni), il Milan sta pensando concretamente di tenerlo.

Questo significa, secondo la rosea di oggi, che i rossoneri potrebbero prendere Correa e tenere Suso, in modo da creare un attacco di altissima qualità. Con loro due, il 4-3-1-2 di base potrebbe trasformarsi, a gara in corso, in un 4-3-2-1, quindi favorendo anche Krzysztof Piatek con una posizione più centrale. Senza dimenticare Leao, che ha già dimostrato di avere un talento molto interessante.

All’attacco poi va aggiunto un centrocampo di altissima qualità con Ismael Bennacer in cabina di regia, Lucas Paquetà alla mezzala sinistra e Franck Kessie o Hakan Calhanoglu a quella destra. Non mancano le alternative, perché l’esperimento Fabio Borini ha funzionato bene e potrebbe essere riproposto durante la stagione, poi c’è Rade Krunic e il jolly Giacomo Bonaventura. Insomma, qualità al potere, come vuole Giampaolo.

Paquetà: “Giampaolo maestro, ha cambiato il mio modo di giocare”