Home Milan News Cutrone: “L’Italia preferisce gli stranieri, ma sono grato al Milan”

Cutrone: “L’Italia preferisce gli stranieri, ma sono grato al Milan”

Milan, torna a parlare Patrick Cutrone. L’ex rossonero non nasconde l’amarezza: “Italia preferiscono gli stranieri, ma sarò sempre grato al Milan per quello che mi ha dato”

Patrick Cutrone
Patrick Cutrone (Foto wolves.co.uk)

Milan, torna a parlare Patrick Cutrone. Dopo le ultime parole amare al momento dell’addio direzione Wolverhampton, l’attaccante è tornato sull’argomento e lo fatto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport.

Nel corso di una lunga intervista, l’attaccante ha commentato così l’addio suo e di Moise Kean dalla Juventus all’Everton: “E’ sempre la solita storia: da noi vengono preferiti gli stranieri. Per i ventenni è dura, ma in ogni caso ci tengo a sottolineare una cosa: sarò sempre grato al Milan per quello che mi ha dato”. 

La nuova sfida di Cutrone

Anche il commissario tecnico Roberto Mancini ha sottolineato come sia un peccato che i talenti nostrani siano costretti all’esilio. Il giocatore ne approfitta per lanciargli un messaggio: “Ha ragione, ma per quanto mi riguarda, cercherò di non farmi dimenticare e di non sparire dal suo radar”. 

Per lui, adesso, non resta altro che raccogliere questa grande sfida nel più importante campionato del mondo: “Ogni esperienza migliora gli esseri umani, ma non tutte le esperienze sono uguali. Avere la chance di giocare in Premier e non sfruttarla a dovere, sarebbe un errore imperdonabile. Come ho detto presentandomi ai tifosi, darò il meglio di me stesso per dimostrare che posso reggere con dignità questo palcoscenico. Il contesto è ottimo. L’allenatore è molto preparato. La squadra ha voglia di fare bene. E io voglio superare a pieni voti quest’esame”.

Cutrone ha fatto il proprio debutto da titolare nel match di qualificazione all’Europa League contro il Pyunik. Due assist nel 4-0 che ha qualificato il Wolverhampton al turno successivo, nel quale l’avversario sarà il Torino. Intanto la squadra di Espirito Santo lunedì sera ha ottenuto un buon pareggio contro il Manchester United. Patrick è entrato solamente nel recupero finale, non riuscendo a incidere, ma le occasioni per lui non mancheranno. Vedremo se già domani sera in casa contro il Toro.

Fiorentina su Suso, ma il Milan ora alza il muro