Home Milan News Milan-Inter, Sala: “Nuovo stadio? Il Comune non vuole guadagnare”

Milan-Inter, Sala: “Nuovo stadio? Il Comune non vuole guadagnare”

Giuseppe Sala, sindaco di Milano, torna a parlare del delicato tema stadio. Spera ancora che San Siro rimanga, ma è aperto anche ad altre opzioni.

Giuseppe Sala
Giuseppe Sala (©Getty Images)

Inter e Milan hanno esplicitamente detto di voler costruire un nuovo stadio in zona San Siro. L’idea di ristrutturare il Giuseppe Meazza è stata scartata da tempo e non c’è l’intenzione di tornare indietro.

Il sindaco Giuseppe Sala ha sempre detto di preferire un ammodernamento dell’attuale impianto sportivo milanese. Tuttavia, è costretto anche ad accettare di valutare opzioni diverse. I due club hanno già manifestato la propria volontà e lui deve prenderne atto. Ma in questi giorni ha tentato una mossa forse inattesa.

Giuseppe Sala sullo stadio di Inter e Milan

Infatti, Sala ha proposto a Inter e Milan di comprare il Giuseppe Meazza: prezzo sui 70 milioni di euro. A tal proposito il sindaco oggi ha dichiarato: «La proposta di acquistarlo l’ho pensata in un’ottica di intervenire su San Siro – riporta Calcioefinanza.it -, non voglio sgravarmi di un problema».

Il primo cittadino di Milano ha proseguito spiegando anche che non necessariamente il nuovo stadio dovrebbe essere di proprietà comunale: «Il tema non è creare difficoltà alle squadre, ma è tutelare il nostro patrimonio. San Siro oggi vale più o meno una settantina di milioni, quindi il punto di partenza è quello. Non mi spingerei nemmeno a dire che il nuovo stadio debba essere di nostra proprietà. Troveremo la formula più adatta per non penalizzare il Comune che, ripeto, non ci vuole guadagnare».

Vedremo come finirà questa delicata vicenda. Inter e Milan hanno anche il piano B Sesto San Giovanni, nel caso in cui il progetto non si potesse realizzare a San Siro. Ma al Comune di Milano non conviene un trasloco delle due storiche squadre, meglio giungere a un accordo.

San Siro, demolizione in 235 giorni: il progetto di Inter e Milan